Quantcast

Salvatore Pafundi riconfermato Segretario Generale dei metalmeccanici della Fim Cisl di Alessandria Asti

Oggi, martedì 30 novembre 2021, presso il Foro Boario di Nizza Monferrato si è svolto il 3° Congresso della FIM CISL di Alessandria Asti. Il Consiglio generale ha riconfermato come Segretario Generale Salvatore Pafundi, che sarà affiancato da Gina Cusumano e da Moreno Vacchina.

Nella sua relazione Pafundi ha parlato della pandemia e dei segni che ha lasciato e lascerà nelle vite di tutti: “di questa pandemia quello che resterà a lungo nelle nostre coscienze, sarà soprattutto la scoperta della nostra vulnerabilità. Ci siamo scoperti fragili, in un contesto in cui la paura del contagio e della malattia ha intaccato la fiducia reciproca dove gli altri, anche quelli più vicini, possono rappresentare un pericolo. Un avvenimento unico che si è abbattuto su di noi con un impatto violentissimo. Peggio di questa crisi c’è solo il dramma di non aver imparato nulla da essa.”

Inoltre ha toccato il tema dei giovani e sindacato: “Non si può negare che il sindacato è stato lento a recepire i cambiamenti vissuti dai giovani e che non è riuscito a formulare un’agenda capace di richiamarli e di rappresentarli. Le attuali dinamiche del mondo del lavoro hanno reso difficile l’interlocuzione tra sindacato e giovani lavoratori, ma il sindacato deve aggiornarsi e deve essere in grado di integrarli nelle sue strutture, anche perché le giovani generazioni apporterebbero un punto di vista innovativo, rinvigorendo idee e approcci, preparando e attuando azioni più dinamiche e coraggiose; il loro coinvolgimento potrebbe avere un impatto positivo sulle relazioni industriali, sulla contrattazione e sull’inclusione sociale”

Nel corso del suo discorso ha ricordato di come è cresciuta la FIM in questi anni e del lavoro in sinergia con la CISL: “In questi anni il rapporto tra la FIM e la CISL di Alessandria Asti è notevolmente migliorato, forte di una collaborazione costante e costruttiva, sia dal punto di vista operativo che da quello politico Garantiamo sin d’ora che la a collaborazione sui territori sarà sempre più intensa, la presenza della FIM nelle varie zone diventerà sempre più capillare perché non bisogna mai accontentarsi e mai fermarsi. La gente ha bisogno di Noi e Noi non possiamo permetterci di non rispondere alle loro necessità”

Altri gli argomenti trattati nel suo documento politico: la ripresa economica, le modalità di attuazione del PNRR, il territorio Alessandrino e Astigiano con una disamina puntuale sulla situazione produttiva ed occupazionale di tantissime aziende sino a giungere alle conclusioni in cui ha rinnovato i ringraziamenti all’intero gruppo dirigente, RSU ed iscritti, valorizzando il loro ruolo soprattutto in quaste fase storica e ancorchè drammatica.

I lavori del Congresso erano presieduti da Valerio D’Alò – Segretario Nazionale FIM, Marco Ciani – Segretario Generale CISL Alessandria Asti, Tino Camerano – Segretario Regionale FIM Piemonte. Hanno portato il loro saluto al congresso il Sindaco di Nizza Simone Nosenzo e Silvano Uppo della UILM Asti.
Nel corso dell’assemblea si sono susseguiti altri interventi che hanno ribadito ed integrato quanto esposto nel discorso iniziale, inoltre sono stati portati a termine tutti gli adempimenti congressuali in modo snello e fluido in un clima sereno e socievole favorito dalla bellezza e funzionalità offerti dalla location.