Quantcast

Presentata la terza edizione delle “Giornate del Gran Bollito Misto”: si torna alle fiere in presenza

Più informazioni su

Per il terzo anno consecutivo si presentano le “Giornate del Gran Bollito Misto” con le fiere del Bue Grasso e del Cappone che tornano dal vivo, dopo la “virtual edition” dell’anno passato.

L’iniziativa è stata presentato oggi, martedì 23 novembre, con una conferenza stampa online in cui sono intervenuti: Marco Protopapa, assessore Regionale all’Agricoltura e al Cibo; il direttore dell’Atl Langhe Monferrato Roero, Mauro Carbone; il dottor Fausto Solito, Tiziano Valperga, presidente ARAP Piemonte, Christian Orecchia, Sindaco della Città di Moncalvo, con Luisella Braghero, Presidente della Fiera del bue di Moncalvo; Simone Nosenzo, Sindaco della Città di Nizza Monferrato, con l’assessore Arturo Cravera, Davide Migliasso, Sindaco della Città di San Damiano d’Asti, con l’assessore Flavio Torchio.

Un’iniziativa per valorizzare i prodotti di eccellenza che fanno grande un piatto storico della cucina piemontese. La rassegna, in programma dal 5 al 30 dicembre, è stata formulata per mettere in primo piano l’attività degli allevatori e dell’indotto che lavora per deliziare i nostri palati: macellerie, agrimacellerie, ristoranti, agriturismi e gastronomie.
Le novità principali di quest’anno sono la volontà di istituire un albo del bue grasso, un albo del cappone e della gallina bionda per i consumatori, in cui vengano segnalati gli animali (nome, età, peso presunto e allevatore) in modo da poterne usufruire in modo trasparente.

Nel corso della conferenza stampa è stata divulgata la ricetta “risorgimentale”, con i sette tagli di bue grasso, i sette ammennicoli fra cui il cappone, le sette salse, e confrontata con quella ormai storica, ovviamente già meno impegnativa e più semplice da preparare e che è diventata la base della Meat Box proposta per il periodo delle giornate del Bollito.

Secondo la ricetta tradizionale del Gran Bollito Misto di Razza Piemontese, sono necessari 7 tagli di carne, 7 ammennicoli e 7 salse di accompagnamento.
Versione storica:
7 tagli di polpa: tenerone, scaramella, muscolo di coscia, muscoletto, spalla, fiocco di punta, cappello del prete
7 ammennicoli: lingua, testina col musetto, coda, zampino, gallina/cappone, cotechino, rollata
7 “bagnetti” (salse): salsa verde rustica, salsa verde ricca, salsa rossa, cren, mostarda, cugna, salsa al miele
Richiamo:
A metà pasto viene servita la lonza arrostita con pepe e aglio, insieme a cinque contorni (patate lesse, spinaci al burro, funghi trifolati, cipolle in agrodolce) e una tazza di brodo.

Tutti gli aggiornamenti e gli elenchi di quando e dove gustare, sui territori di riferimento delle Fiere, il Gran Bollito Misto con il bue grasso di razza Piemontese e il cappone saranno pubblicati sul sito ufficiale www.granbollitomisto.com . Sullo stesso sito internet tutti possono segnalare le loro macellerie, agrimacellerie, ristoranti, agriturismi e gastronomie, a patto di proporre esclusivamente bue grasso o manzo di razza Piemontese e il cappone dell’Astigiano.

Le Fiere:
– Fiera del Bue Grasso e del Manzo di razza Bovina Piemontese di Nizza Monferrato
Domenica 5 dicembre 2021
– Fiera di Sua Maestà il Bue Grasso di razza Bovina Piemontese di Moncalvo
Mercoledì 8 dicembre 2021
– Fiera Storica del Cappone di San Damiano d’Asti
Domenica 12 dicembre 2021
– Fiera Elogio della Bionda di Villanova d’Asti
già tenutasi il 3/10/21, “promotional edition” con San Damiano il 12/12

Più informazioni su