Quantcast

A Castagnole Lanze vignette umoristiche da tutto il mondo con “In punta di matita”

Sabato 2 ottobre sarà inaugurata alla Chiesa dei Battuti Bianchi di Castagnole Lanze la sesta edizione di “In punta di matita”.

La mostra di vignette umoristiche nata dalla collaborazione tra la biblioteca comunale e gli artisti dello Studio Andromeda di Trento quest’anno vedrà esposte 120 opere di artisti provenienti da 30 paesi del mondo. Dopo la pausa forzata del 2020 per via del Covid quest’anno “In punta di matita” raddoppia: saranno infatti esposte una selezione di opere che hanno partecipato alle ultime due edizioni della Rassegna internazionale di satira e umorismo – Città di Trento organizzata tutti gli anni dallo Studio d’Arte Andromeda.

Nel 2019 il tema proposto dagli artisti trentini è stato “Che aria tira?” con “il desiderio di tracciare una panoramica dei sentimenti che stanno attraversando il pianeta allo scadere del primo ventennio dei Duemila”, mentre nel 2020 il tema “Limiti”, pensato e proposto prima della pandemia , si è rivelato profetico e molto attuale.

In entrambe le edizioni artisti di tutto il mondo hanno rappresentato problemi, espresso ansie, paure e speranze comuni a tutta l’umanità con toni ora romantici, ora ironici, ora dissacranti, il tutto nello spazio di una vignetta.
La mostra verrà inaugurata sabato 2 ottobre alle 18.00 nella Chiesa dei Battuti Bianchi in piazza Balbo a Castagnole Lanze e rimarrà aperta fino al 31 ottobre. Sarà visitabile il sabato dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.30 e la
domenica mattina dalle 10 alle 12.30

I 30 paesi rappresentati nella mostra castagnolese: Belgio, Brasile, Bulgaria, Canada, Cina, Colombia, Croazia, Francia, Germania, Giordania, Indonesia, Inghilterra, Iran, Israele, Italia, Lituania, Messico, Montenegro, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia,  Slovacchia, Spagna,   Svizzera,  Taiwan,  Turchia e  Ucraina.