Quantcast

Nizza si prepara a un’estate di eventi e di cultura tra musica, teatro e libri

Sarà un’estate intensa e per tutti i gusti quella che si prospetta a Nizza Monferrato, dove non mancheranno intrattenimenti, divertimento, musica e incontri culturali.

Due i calendari di appuntamenti in programma durante il mese di luglio, per un totale di 7 serate: “Nizza è…ritroviAMOci” e “R-Estate a Teatro”. Le serate si svolgeranno in piazza Garibaldi e avranno inizio alle 21:30, sono gratuite ma a numero chiuso, per cui occorre prenotare andando sul sito www.nizzaeventi.it o chiamando i numeri 0141720500 o 0141720507. A dare il via agli eventi, il 2 luglio, sarà un’esibizione del corpo bandistico musicale di Nizza, seguito nelle settimane successive da Fabrizio Berta & the “Lady in red” Brass band (9 luglio) e dal concerto del tenore Enrico Iviglia e del maestro Andrea Campora al pianoforte (16 luglio).

Co-protagonista della stagione di eventi è il teatro, con ben tre serate a tema. Il 6 luglio la compagnia “Belli da morire” porterà in scena “Ulisse: viaggio solo”, un viaggio allegorico nel mondo dell’epica greca che indaga il rapporto di Odisseo con le donne. Il 20 luglio spazio a una nota commedia di Menandro: “Seven Cults produzione” e “Rosae Open Art” allestiscono “La donna di Samo”, del noto autore greco. Il 27 luglio, infine, su il sipario per lo spettacolo “Un pianeta ci vuole…c’è nessuno?”, curato dalla produzione “Mulino ad arte” e imperniato sul tema di attualità del rispetto dell’ambiente e della natura.

Il 13 luglio, all’interno dello stesso calendario di appuntamenti, avrà luogo la presentazione del libro “Storie sospese – Sei scrittori contemporanei raccontano Nizza Monferrato” (Edizioni del Capricorno), libro scritto a più mani (sei gli scrittori: Stefania Bertola, Giuseppe Culicchia, Gianni Farinetti, Laura Pariani, Eleonora Sottili e Nadia Terranova), con le illustrazioni di Massimo Ricci. Durante l’incontro interverranno gli autori, in dialogo con l’assessore Ausilia Quaglia e con Fulvio Gatti, organizzatore del Festival letterario “Libri in Nizza”.

Commenta Gatti: “Abbiamo colto la contingenza per proporre qualcosa di diverso e appetibile: da qui ha avuto origine l’idea del racconto sospeso, sulla scia dei caffè. Il libro si compone di sei storie ambientate a Nizza e nate dalla penna e dall’estro di sei autori di rilevanza internazionale. È stata un’operazione di marketing culturale con cui ci auguriamo di aver colto nel segno: il nostro desiderio è che il libro venga letto e interrogato, tanto più che è adatto sia ai nicesi sia a chi non conosce la città”.

Si segnala inoltre a corollario la presentazione del libro “Io c’ero”, in programma il 29 giugno alle 21 a Nizza, nei giardini di Palazzo Crova, promossa da Comune e da Biblioteca civica. Il libro è costituito da 51 storie, ambientate tra fascismo e liberazione e aventi per protagonisti i testimoni di quei tragici anni. L’assessore alla Cultura, Ausilia Quaglia, dialogherà con le autrici Laura Nosenzo e Loredana Dova dopo il saluto del sindaco Simone Nosenzo e del presidente della Provincia Paolo Lanfranco (l’ente coedita il volume con Araba Fenice e ne ha regalato copia ai 118 comuni dell’Astigiano affinché lo conservino nelle biblioteche civiche e scolastiche). L’ingresso è libero, ma con posti limitati: è obbligatoria la prenotazione all’indirizzo mail biblioteca@comune.nizza.at.it o al numero 0141720592. L’incontro, alla cui promozione concorre l’Associazione Memoria Viva di Canelli, è proposto in collaborazione con La Signora in Rosso e l’Enoteca Regionale di Nizza.

restate a teatro nizza