La Ministra dell’Istruzione Azzolina in Senato: “Si tornerà a scuola se e quando le condizioni lo consentiranno”

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha tenuto oggi, nell’Aula del Senato, un’informativa sulle iniziative per la prosecuzione dell’anno scolastico alla luce dell’emergenza sanitaria in corso. Dalle risorse per la didattica a distanza, alle decisioni sugli Esami di Stato per la Scuola secondaria di II grado, la Ministra ha illustrato le azioni in campo e quelle che si stanno programmando.

“Una misura altamente significativa è quella che sancisce la conservazione della validità dell’anno scolastico 2019-2020. L’articolo 32 del decreto-legge n. 9 recita: ‘Qualora le istituzioni scolastiche del sistema nazionale d’istruzione non possono effettuare almeno 200 giorni di lezione, a seguito delle misure di contenimento del Covid-19, l’anno scolastico 2019-2020 conserva comunque validità anche in deroga a quanto stabilito dall’articolo 74 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297”. E’ quanto ribadito dalla ministra che, nel corso dell’intervento, ha sottolineato che si tornerà a scuola solo se ci saranno le condizioni, in base a quanto stabilito dalle autorità sanitarie.

Riguardo agli esami di maturità, la ministra è orientata verso la soluzione che era contenuta nella proposta che i rappresentanti delle Consulte provinciali e regionali degli studenti (da noi approfondita con l’intervista al presidente provinciale Leonardo Scaglione – per leggerla clicca QUI) con una commissione con tutti membri interni e i soli presidenti esterni, a tutela degli studenti e garanzia che i docenti siano consapevoli del programma realmente svolto.

Sul ritorno in classe, la Ministra ha sottolineato:”Si tornerà a scuola se e quando le condizioni lo consentiranno”, sicuramente oltre il 3 aprile

26/03/2020 – Intervento Senato della Repubblica

Didattica a distanza, fondi per la scuola ed Esami di Stato sono i temi affrontati dalla Ministra Lucia Azzolina poco fa al Senato. Un’informativa sulle disposizioni del Governo e del Ministero dell’Istruzione per fronteggiare l’emergenza #Coronavirus.

Publiée par MI Social sur Jeudi 26 mars 2020