Quantcast

Castello di Cisterna d’Asti : riprendono gli incontri del percorso “Vecchie e nuove R-Esistenze”

Riprendono gli incontri organizzati dal Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’Albese L’Istituto Comprensivo di San Damiano d’Asti con il percorso “Vecchie e nuove R-Esistenze – 1”, in collaborazione con l’Associazione Museo Arti e Mestieri di un tempo onlus.
Gli incontri sono gratuiti e aperti a tutte le persone interessate.

1) Mercoledì 25 settembre 2019 ore 21 – Castello di Cisterna d’Asti – “Perchè capire la geopolitica è importante in un’ epoca di grande disordine”
Ne discutono il prof. Manlio Graziano e il prof. Edoardo Angelino

Manlio Graziano: insegna geopolitica e geopolitica delle religioni alla sorbona, a hec e al geneva institute of geopolitical studies. Tra i suoi libri “guerra santa e santa alleanza” (2014), “in Rome we trust” (2016), “Frontiere” (2017), “Geopolitica. Orientarsi nel grande disordine internazionale” (2019). Collabora al “Corriere delle sera” e a “Limes”.

2) Venerdi’ 27 settembre 2019 ore 18 – Castello di Cisterna d’Asti – Elena Stancanelli presenta “Venne alla spiaggia un assassino” (ed. La nave di Teseo)
Nicoletta Fasano (Israt) dialoghera’ con l’autrice

“Il mare Mediterraneo si sta riempiendo di morti. Barche inadeguate e stipate all’inverosimile navigano a vista, provando a raggiungere le nostre coste. Alcune ci riescono, altre vengono riacciuffate e riportate indietro, in Libia. Altre ancora, moltissime, affondano. Ho deciso di andare a vedere. Angosciata dall’irrazionalità e dalla ferocia che spinge ministri e politici a considerare i morti un buon esempio, un deterrente per gli altri migranti pronti a partire, mi sono imbarcata con chi invece vuole salvarli. Venne alla spiaggia un assassino è il racconto del tempo trascorso sulle barche delle famigerate ONG, trasformate in pochi mesi da alleate della guardia costiera italiana in colpevoli di ogni nefandezza. Donne e uomini che dedicano la propria vita al soccorso in mare e meriterebbero il Nobel per la pace e invece vengono insultati. Ma è anche una specie di romanzo d’avventura, la cui protagonista è convinta di fare la cosa sbagliata per lei, ma decisa a farla fino in fondo. Ci sono libri che si raccontano al ritorno, dopo essersi allontanati molto da se stessi, facendo i conti con un po’ di nostalgia, i ricordi e molta incredulità: abbiamo ceduto la nostra misericordia, la pietà, in cambio di niente. Stiamo facendo una terribile confusione tra colpevoli e innocenti. A volte è difficile capire da che parte stare, altre è facilissimo.” Elena Stancanelli

Elena Stancanelli: nata a Firenze, vive a Roma. Presso Einaudi ha pubblicato Benzina (1998), che è diventato un film, Le attrici (2001), il racconto Il giorno del mio compleanno nell’antologia Ragazze che dovresti conoscere (2004) e Un uomo giusto (2011). È fra gli autori di Figuracce (Einaudi Stile Libero 2014). Nel 2016 pubblica con La nave di Teseo, La femmina nuda, candidato al Premio Strega 2016.

Per ricevere l’attestato di partecipazione, gli insegnanti di ruolo dovranno effettuare l’iscrizione (entro il 25 settembre 2019) sul portale S.O.F.I.A del Ministero dell’Istruzione al seguente link: http://www.istruzione.it/pdgf/index.html