Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Comunicare la bellezza

Paolo Rapetti: “Per oltre novant’anni sempre al servizio del nostro amato territorio” fotogallery

Torniamo in Core Zone 4, a Vaglio Serra, per incontrare una memoria storica dei cambiamenti che hanno portato il territorio ad essere ciò che è.

Paolo Rapetti: “Per oltre novant’anni sempre al servizio del nostro amato territorio”

di Luciano Baracco

Paolo Rapetti non è un semplice cittadino di Vaglio Serra, ma è una vera e propria istituzione. Agricoltore, ma non solo, classe 1925, ha vissuto da protagonista tutti i cambiamenti che hanno contrassegnato il territorio e i suoi paesaggi vitivinicoli, sino a farli diventare patrimonio dell’umanità. Paolo è stato uno dei soci fondatori della Cantina di Vinchio e Vaglio, uno degli ultimi rimasti in vita, ma è anche un’artista nel lavorare il legno.

La chiacchierata con lui parte da una foto appesa al suo salotto in cui si vede un laghetto proprio in centro di Vaglio.

“Si mi ricordo bene quel laghetto, dove adesso c’è la piazza, che è rimasto fino al 1939 quando hanno iniziato i lavori di bonifica”

Nel 1939, anno in cui è iniziata la seconda guerra mondiale.. Che ricordi ha di quel periodo?

“Sono stati anni difficili, io mi sono anche dovuto nascondere, mancava il cibo e si mangiava quello che c’era, spremevano le nocciole e le ciliege per avere olio. Ma la cosa peggiore è stato quello che ha lasciato la povertà che ha lasciato la guerra che ha portato la gente ad abbandonare la campagna.”

Lei però è rimasto, per fortuna di tutto il territorio, perchè qualche anno dopo…

“Si era il 1959 quando abbiamo deciso di fondare la Cantina di Vinchio e Vaglio, un’iniziativa che ha raccolto sino da subito l’adesione della quasi totalità dei contadini dei due paesi, mi ricordo bene che eravamo circa 300. La necessità di metterci insieme è nata dal peggioramento dei rapporti con i negozianti delle uve che cercavano di tirare sempre più sul prezzo.
Mi ricordo ancora la prima vendemmia, la struttura non era ancora terminata, c’erano i silos a cielo aperto.”

Come è cambiato invece il lavoro nelle vigne nel corso degli anni?

“E’ cambiato parecchio con l’introduzione dei macchinari e soprattutto dei vari trattamenti; noi per anni abbiamo dato solo del solfato di rame e si dava fino a luglio, poi basta, ma anche quando si sono verificate malattie come la filossera in due/tre anni è stata debellata. Adesso invece sono tanti anni che c’è il grosso problema della flavescenza che sta facendo danni enormi e non si riesce a trovare il rimedio.”

Invece per quanto riguarda la vita di ogni giorno, come ha vissuto i tanti cambiamenti?

“Sicuramente una delle cose che ha rivoluzionato il modo di vivere è stata la televisione, perchè prima che entrasse in ogni casa eravamo molto più uniti, ci si trovava la sera per vegliare, adesso invece ognugno se ne sta a casa sua.”

Paolo, immagino che lei non lavori più la vigna, ma è ancora molto attivo.

“Si, nel 2002 ho smesso e mi sono dedicato a una delle mia passioni, vale a dire scolpire il legno. Uso solo un’accetta e una sega girata al contrario, mi piace molto ricostruire i mezzi che usavamo una volta nei campi, come il carro per trasportare il fieno. Ho fatto moltissime cose e le ho regalate quasi tutte, a Vaglio in tanti hanno in casa una mia scultura o costruzione in legno.”

Dopo aver ammirato alcune delle sue creazioni in legno ci congediamo da Paolo, ringraziandolo per la disponibilità, ma soprattutto per tutto quello che ha fatto per la sua terra e per i nostri meravigliosi paesaggi: è grazie alle persone come lui se oggi possiamo vantare il riconoscimento di patrimonio dell’umanità.

************************************

Il Progetto “Comunicare la Bellezza: Narrazione Digitale dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato” è realizzato grazie al contributo di:

Regione Piemonte

Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato

Cooperativa della Rava e della Fava

Il Progetto ha ricevuto il Patrocinio di:

Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato

Comune di Asti

Comune di Vaglio Serra

Provincia di Asti