Quantcast

A Canelli grande interesse per il convegno del Cisa “Verso una rete di solidarietà territoriale”

Sabato 3 dicembre, presso il Salone della Cassa di Risparmio di Asti a Canelli, si è svolto il Convegno “Verso una rete di solidarietà territoriale: primo bilancio di attività e prospettive future”.

Più informazioni su

A distanza di un anno e mezzo circa dall’avvio del programma, sono stati presentati gli esiti derivanti dalla realizzazione delle varie linee progettuali previste. In modo particolare è stato dato rilievo ai risultati ottenuti dai 15 progetti presentati da altrettante Associazioni di Volontariato presenti sul territorio consortile, attive in ambito sociale, evidenziandone gli obiettivi previsti, le attività svolte e i benefici ottenuti tramite la loro implementazione.

Al Convegno, aperto dal Presidente del Consiglio di Amministrazione del Consorzio C.I.S.A. – ASTI SUD, Dott. Luigi Gallareto, dopo i saluti del Sindaco di Canelli, Dott. Marco Gabusi, sono intervenute le Assistenti Sociali Marina A. Carosso e Anna Crivelli, l’Assessore Regionale delle Politiche Sociali, della Famiglia e della Casa, Dott. Augusto Ferrari, la Professoressa Elena Allegri dell’Università del Piemonte Orientale che ha proposto utili e stimolanti riflessioni sul tema del lavoro di Comunità, la Direttrice del Consorzio Dott.ssa Mara Begheldo che ha illustrato la nuova edizione del bando “Noi facciamo rete!” con riferimento alla prossima annualità operativa.

Tali risorse saranno destinate alla realizzazione di nuovi ulteriori servizi ed attività rivolte alle fasce di popolazione più fragili ed alla cittadinanza in generale, (per quanto riguarda lo svolgimento di specifiche iniziative formative), prevedendo l’individuazione di precisi ambiti operativi in cui inserire le proposte progettuali, al fine di integrarle in maniera sinergica e complementare con le attività istituzionali già svolte dal Consorzio C.I.S.A. – ASTI SUD.

Tra gli elementi innovativi del nuovo bando, è stata richiesta alle Associazioni che parteciperanno all’iniziativa, di rendersi disponibili ad accogliere tra i propri volontari e tra i propri beneficiari le persone segnalate dagli operatori del Consorzio, al fine di contribuire attivamente ed in modo partecipato alla realizzazione di nuove occasioni ed opportunità di integrazione sociale anche per i nuclei coinvolti nel progetto S.I.A. (Sostegno Inclusione Attiva).

Più informazioni su