Tragico incidente in montagna, recuperato il corpo senza vita di un escursionista astigiano

È un finale tragico quello che ha riguardato un escursionista astigiano, Giuseppe Degiorgis residente a Piovà Massaia disperso ieri in Alta Valle Varaita, precisamente in prossimità del canale nord del Roc della Niera, nel comune di Pontechianale.

Il corpo dell’uomo senza vita è stato recuperato questa mattina.

Le ricerche erano partite ieri mattina quando i famigliari hanno denunciato presso i Carabinieri il mancato rientro dell’uomo, partito presumibilmente nella giornata di mercoledì. Dopo che l’autovettura è stata individuata in un parcheggio a Chianale, sono state effettuate delle perlustrazione aeree con l’elicottero dei Vigili del Fuoco e del Peloton de Gendarmerie de Haute Montagne sul lato francese. Nel tardo pomeriggio, quest’ultimo ha avvistato un corpo in condizioni incompatibili con la vita ai piedi del canale nord del Roc della Niera, intorno a quota 3000 metri in territorio italiano.

Le condizioni meteo hanno reso impossibile il recupero rimandando le operazioni a questa mattina quando, intorno alle 7.30, l’elicottero dei Vigili del Fuoco si è riportato in zona. Purtroppo anche stamani la copertura nuvolosa non ha consentito di avvicinarsi dal cielo al punto dell’incidente per cui una squadra a terra di 15 elementi, composta da tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese con un medico, Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco, è partita a piedi dal Colle dell’Agnello per raggiungere il corpo.

Si sono concluse intorno alle 11 le operazioni di recupero della salma. Nel corso della mattina le squadre a terra dei tre corpi, partite a piedi viste le condizioni meteo negative che impedivano l’intervento aereo con l’elicottero dei Vigili del Fuoco, si sono portate in quota, in prossimità del luogo dell’incidente che si trovava al di sopra delle nuvole. Si è quindi deciso congiuntamente di allertare il Servizio Regionale di Elisoccorso che ha autorizzato la missione dell’eliambulanza. Le squadre hanno raggiunto il corpo procedendo con tecniche alpinistiche su un terreno estremamente impervio. Mentre i Finanzieri effettuavano i rilievi per la ricostruzione delle dinamiche dell’evento, il resto del personale ha operato mettendo in sicurezza la salma e trasferendola in una zona idonea per il recupero tramite verricello. In seguito l’eliambulanza ha effettuato l’imbarco della vittima che è stata consegnata ai Carabinieri e ha recuperato tutto il personale intervenuto per il trasporto a valle.