Le auto ibride: tutti i vantaggi

Più informazioni su

Scegliere un’auto ibrida al giorno d’oggi vuol dire poter usufruire di una lunga serie di vantaggi che non hanno a che fare unicamente con l’aspetto ecologico, per quanto esso sia comunque fondamentale. La tecnologia all’avanguardia è uno dei punti di forza di questa soluzione, che oltre a essere rispettosa dell’ambiente è anche sinonimo di alti standard di sicurezza. Ma c’è anche un altro aspetto che merita di essere tenuto in considerazione, ed è quello relativo alla flessibilità.

In un momento storico in cui si tende a parlare sempre di più di mobilità sostenibile, ecco che le vetture ibride sembrano avere una marcia in più, grazie alla loro capacità di adattarsi alle necessità più diverse, non solo in riferimento alle abitudini individuali, ma anche in relazione al budget che ognuno ha a disposizione. Come dire: le vetture elettriche non rappresentano la sola opzione a disposizione per chi desidera spostarsi in maniera sostenibile. Come noto, quelli ibridi sono veicoli a metà strada tra i modelli con motore termico e i modelli con motore elettrico. Ma i vantaggi in confronto alle auto elettriche sono evidenti, soprattutto per ciò che riguarda l’autonomia garantita. Come noto, la mobilità di un veicolo ibrido viene assicurata dalla sinergia fra due motori – quello elettrico e quello a combustione.

Chi ha intenzione di testare la comodità e la praticità di un veicolo ibrido in condizioni ottimali non può che valutare l’ipotesi di ricorrere al noleggio, magari anche in previsione di un acquisto futuro. Il noleggio auto ibride è una delle opportunità messe a disposizione da Maggiore, a cui si possono rivolgere tutti coloro che desiderano mettersi alla guida, per un periodo di tempo più o meno lungo, di un veicolo ecologico e al tempo stesso tecnologico.

Come scegliere l’auto ibrida più giusta per i propri bisogni? In effetti le alternative a disposizione sono molteplici, ma in questo momento le soluzioni più comuni sono le full hybrid e le mild hybrid. Nel primo caso è possibile percorrere tratti più o meno lunghi senza usare il motore termico ma in modalità unicamente elettrica; nel secondo caso, invece, il motore elettrico supporta quello a combustione, e in ogni caso le emissioni inquinanti e i consumi sono ridotti rispetto a quanto avviene con le auto classiche. Merito, fra l’altro, di una tecnologia all’avanguardia come la frenata rigenerativa, vero e proprio simbolo della sostenibilità che caratterizza l’attuale mobilità.

Più informazioni su