OroMonferrato: conclusi i primi incontri formativi per la promozione del Nord Astigiano

Si sono appena conclusi i primi eventi e le prime iniziative di “OroMonferrato”, il progetto di valorizzazione e promozione turistica del Nord Astigiano curato dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero e finanziato dalla Regione Piemonte.

Archiviati il primo press tour di giornalisti e blogger e le prime iniziative formative e di approfondimento, si profilano nuovi grandi eventi, iniziative culturali, gastronomiche e riprese televisive per la tv nazionale all’insegna del tartufo estivo.

Dal 24 al 26 giugno scorsi l’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero ha ospitato un gruppo di cinque giornalisti e blogger per un press tour condotto da una guida turistica. Il gruppo ha visitato alcuni dei luoghi più rappresentativi del territorio, come l’Abbazia di Vezzolano, uno dei più importanti monumenti medioevali religiosi del Piemonte. Dalla storia millenaria dell’imponente edificio romanico e gotico, il gruppo è stato in visita adAlbugnano e al suo incantevole belvedere, per scoprire le rinomate produzioni vitivinicole dal “balcone del Monferrato” grazie anche all’Enoteca regionale. La tappa successiva è stata in uno altro dei Comuni simbolo del Monferrato: Moncalvo, dove è stata organizzata la cerca del tartufo estivo con un trifulao esperto. L’ultima località visitata è stata Cocconato, uno dei “Borghi più belli d’Italia”, per assaporare la bellezza del paesaggio e delle tipicità enogastronomiche, con una visita in una cantina. Il gusto tradizionale, cibi e vini, ma anche il patrimonio storico, paesaggistico e culturale sono stati al centro del soggiorno dei giornalisti e blogger che hanno provato le esperienze turistiche disponibili per tutti i visitatori che ancora non conoscono questa zona meravigliosa del Piemonte. La scoperta di questi luoghi, e dei grandi tesori racchiusi tra queste colline, sono stati gli elementi centrali del tour. Il gruppo ha soggiornato, pranzato e cenato in alcune delle strutture presenti nel Nord Astigiano.

“OroMonferrato” era iniziato ufficialmente l’11 giugno scorso ad Albugnano con la presentazione degli incontri sulla promozione delle risorse territoriali e marketing turistico, comunicazione gastronomica e comunicazione digitale. La prima tappa, aperta agli operatori della zona, era stata ospitata all’Enoteca Regionale di Albugnano, dove era stato presentato il progetto. Il 18 giugno scorso, a Cocconato, il tema affrontato è stata la comunicazione gastronomica in chiave social, grazie alla social media & content creator Sara Aria; il 25 giugno a Moncalvo si è parlato di comunicazione digitale, grazie all’autrice e gastronoma Giovanna Ruo Berchera che ha discusso coi presenti dell’abbinamento del tartufo estivo con le eccellenze gastronomiche locali. L’evento formativo conclusivo si è svolto lunedì 27 giugno al castello di Piea con la partecipazione di tutti i relatori che si sono alternati negli incontri precedenti.

Numerosi altri eventi sono in via di definizione durante il periodo della raccolta del tartufo estivo, in collaborazione con Visit Piemonte e Piemonte dal Vivo. Si tratta di iniziative previste a luglio, con appuntamenti gastronomici di alto profilo, spettacoli itineranti, mostre e riprese televisive per un programma RAI.

Il progetto “OroMonferrato”, che coinvolge 47 Comuni del Nord Astigiano, è nato per rilanciare un’area ancora tutta da scoprire, ma ricca di fascino ancora grezzo che, come l’oro, ha un valore innato e autentico. Grazie alla cartografia Ipla erano stati individuati tutti i borghi ad alta vocazione del tartufo estivo e, su questo, era stato creato l’ambizioso progetto per attrarre non solo visitatori, ma soprattutto futuri investitori. L’obiettivo di “OroMonferrato” è non solo valorizzare la destinazione attraverso un racconto ibrido del territorio e delle sue eccellenze, con il coinvolgimento delle comunità locali in un percorso di presa di coscienza e costruzione di una nuova identità turistica, ma anche coinvolgere le nuove generazioni nello sviluppo turistico della zona in cui vivono. L’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, in collaborazione con i Comuni, sta continuando a cercare giovani dai 18 ai 30 anni attivi che abbiano il desiderio di fare esperienza, in un’ottica di promozione della destinazione. L’obiettivo è la costituzione di un gruppo di giovani ai quali si forniranno le competenze base per un’animazione territoriale mirata alla narrazione specifica delle numerose risorse presenti nell’area interessata.

Presto sarà online il nuovo sito web (accessibile dal portale visitlmr.it) e i contenuti saranno raggiungibili anche grazie ai Qr Code disposti sulla segnaletica in via di ultimazione. I segnali che racconteranno “OroMonferrato” sono distribuiti sul territorio grazie alle amministrazioni comunali, per permettere ai visitatori di accedere in maniera semplice ai contenuti della piattaforma digitale e ai podcast.