Quantcast

Al via la quarantaquattresima edizione di AstiTeatro

Più informazioni su

Ad Asti dal 23 giugno al 3 luglio 2022 torna AstiTeatro, lo storico festival di teatro nazionale e internazionale, con la direzione artistica di Emiliano Bronzino, giunto alla quarantaquattresima edizione, organizzato dal Comune di Asti, con la collaborazione della Rete PATRIC e il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Fondazione CrAsti, Banca di Asti e MIBACT. Maggiore sostenitore è la Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ART~WAVES. Per la creatività, dall’idea alla scena”.

44 edizioni dal 1979 hanno visto passare ad Asti infinite espressioni drammaturgiche e teatrali, co-produzioni internazionali con festival come Avignone, Kilowatt e Spoleto, oltre a innumerevoli prime nazionali. Asti durante il festival diventa teatro, e ha modificato il suo assetto architettonico anche in quest’ottica, con interventi di riqualificazione urbana che hanno portato a nuovi luoghi di aggregazione e, nel centro storico, suggestive location per spettacoli teatrali.

Dal 2017 il direttore artistico del festival è Emiliano Bronzino, regista diplomato al Teatro Stabile di Torino, sotto la direzione artistica di Luca Ronconi, per il quale ha lavorato come assistente per anni. È regista per il Piccolo Teatro di Milano, direttore artistico della Fondazione TGR Onlus e ha collaborato a lungo con Spazio Kor, Fondazione TPE e per l’INDA al Teatro Greco di Siracusa.

Due le mission che Emiliano Bronzino ha deciso di affrontare nella direzione artistica di AstiTeatro: generare un bene al servizio della Città di Asti e del suo territorio, e consolidare l’identità del festival e il suo ruolo nel panorama nazionale. Importanti per AstiTeatro anche le collaborazioni, come quella con il Festival delle Colline Torinesi, Kilowatt Festival, Attraverso Festival, In Scena! Italian Theater Festival New York e, nelle ultime edizioni, con Associazione Craft, con la quale si è sviluppata una particolare attenzione verso la creatività giovanile e il coinvolgimento degli under 25, non solo come pubblico ma co-progettando con loro percorsi laboratoriali e momenti di incontro con i protagonisti del festival.

Il festival AstiTeatro continua la sua azione di promozione delle nuove produzioni, ospitando nel 2022 diversi debutti e anteprime nazionali. “Pietre nere” di e con Enrico Castellani, Valeria Raimondi, una co-produzione con Babilonia Teatri (La Corte Ospitale), spettacolo che si sta sviluppando in periodi di residenza ad Asti e di incontro con i cittadini e artisti locali under 25. Altro debutto che prevede un coinvolgimento del pubblico nella fase finale del lavoro sarà quello di “Secret Sacret” di Teatrialchemici con Ugo Giacomazzi e Luigi Di Gangi che firmano drammaturgia, regia e recitazione. In programma anche “Vita, Amore, Morte e Rivoluzione”, vincitore del Bando ART-WAVES di Fondazione Compagnia San Paolo, Residenza Kilowatt Festival 2021, uno spettacolo documentario di Paola Di Mitri, con drammaturgia Paola Di Mitri e Davide Crudetti, che sperimenta la forma audiovisuale del documentario e lo spettacolo dal vivo prodotto da Cranpi.

Nel 2022 il festival, in merito al filone sulla drammaturgia contemporanea emergente, verso la quale ha sempre avuto una grande attenzione, ha scelto di presentare il drammaturgo under 35 Fabrizio Sinisi con due debutti. La scelta artistica è stata dettata dalla conoscenza dell’artista, in quanto già presente nelle due ultime edizioni del festival con apprezzamenti dal pubblico e dalla critica. Il primo lavoro di Sinisi che sarà presentato è Incendi, progetto Hitler – secondo capitolo, di Fabrizio Sinisi con Alessandro Bay Rossi, Dario Caccuri, Marina Occhionero, quest’ultima di origini astigiane, premio UBU come miglior attrice under 35, regia di Mario Scandale, produzione La Corte Ospitale. Nel 2021 era già stato presentato il primo capitolo del Progetto Hitler, La Gloria. Il secondo lavoro presentato è Favola, regia di Giorgia Cerruti, testo di Fabrizio Sinisi, della Piccola Compagnia della Magnolia, primo capitolo di una trilogia dedicata a Pier Paolo Pasolini. “The Jokerman” (in foto) di e con Michele Maccagno, da una idea di Michele Maccagno, Francesco Maria Asselta, Marco Merlini drammaturgia di Francesco Maria Asselta è una riflessione sulla figura di Joker e il mondo contemporaneo prodotto da Elsinor.

Tornano diversi artisti che ad Asti hanno trovato il luogo dove presentare il loro lavoro, iniziando da Carrozzeria Orfeo, una delle compagnie che ha caratterizzato il lavoro di scounting del festival negli anni passati, con Stupida Show! – Capitolo 1, Cattivi Pensieri uno spettacolo di Gabriele Di Luca con Beatrice Schiros produzione Carrozzeria Orfeo, La Corte Ospitale, Accademia Perduta/ Romagna Teatri, così come la Piccola Compagnia Dammacco con “”Spezzato è il cuore della bellezza, uno spettacolo con Serena Balivo e con Erica Galante ideazione, drammaturgia e regia Mariano Dammacco, Premio Ubu 2020-2021 nella categoria Nuovo testo italiano/scrittura drammaturgica. Infine, torna il Teatro Filodrammatici di Milano con “”Stato Interessante scritto e diretto da Bruno Fornasari, con Tommaso Amadio, Emanuele Arrigazzi, Umberto Terruso. Teatro Sotterraneo, più volte ospitato nella programmazione delle precedenti edizioni, porterà Atlante Linguistico Della Pangea con Sara Bonaventura, Claudio
Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini scritto da Daniele Villa. Elio Germano presenterà il suo “Così è (o mi pare)” spettacolo in VR con un nutrito cast di attori e Ascanio Celestini con il suo Museo Pasolini e Andrea Cosentino che debutterà con Rimbambimenti. Verrà presentato il nuovo testo di Francesco Niccolini, autore di L’Oreste. Quando i morti uccidono i vivi con Claudio Casadio in scena. Laura Sicignano debutterà con il suo nuovo spettacolo I treni della Felicità con Egle Doria, Federica Carruba Toscano, Leda Kreider, Sara Cianfriglia.

Altro importante appuntamento sarà la presentazione di “In giro per festival. Guida nomade agli eventi culturali”, curata da Oliviero Ponte Di Pino e Giulia Alonzo dell’associazione culturale TrovaFestival, per Altreconomia edizioni, una mappa che racconta oltre 300 festival, incluso AstiTeatro, eventi di pensiero, filosofia, letteratura, musica, teatro, cinema, arti di strada, ambiente e molto altro. Scrive Paolo Fresu nella prefazione: Questa guida nomade degli
eventi culturali è un bel vagare. Una cultura in movimento che si muove sulle autostrade della poesia e del pathos, della ricerca e della indagine antropologica e sociale oltre che professionale e lavorativa in uno dei momenti più difficili per quell’esercito di figure che tessono la grande tela della industria creativa del paese.

Sempre TrovaFestival ha lanciato nel dicembre del 2021 “ComunicaFestival”, il primo concorso dedicato al mondo della comunicazione dei festival, in collaborazione con il MEC Master Eventi e Comunicazione per la cultura dell’Università Cattolica di Milano. Gli studenti e le studentesse hanno decretato AstiTeatro tra i cinque finalisti.

Clicca QUI per il programma completo del Festival AstiTeatro 44. Per info: https://astiteatro.it/

Biglietti: INTERO 10 euro – RIDOTTO 8 euro – RIDOTTO OPERATORI 5 euro BIGLIETTO FAMIGLIA 5 euro “Quadrotto, Tondino e la luna” (fuori abbonamento). La biglietteria nei luoghi di spettacolo apre un’ora prima dell’inizio .
Abbonamenti: 108 euro per 18 spettacoli – 70 euro per 10 spettacoli. SPECIALE UNDER 25: abbonamento gratuito per 3 spettacoli a scelta (sono esclusi gli spettacoli fuori abbonamento)
Fuori abbonamento (prenotazione obbligatoria): spettacolo in VR “Così è (o mi pare)”, spettacolo in VR + visita Museo di Palazzo Mazzetti per “La Stanza”.
Ingresso gratuito: Bandakadabra “Ok, boomer”

Prenotazioni scrivendo via mail a biglietteriateatroalfieri@comune.asti.it o telefonando a 0141.399057 -0141.399040 (da mar a ven dalle 10 alle 17) o online sul sito www.allive.it.
Prevendite e ritiro abbonamenti: dal 10/05 al 22/06 da mar a ven orario continuato 10 – 17 dal 23/06 al 03/07 tutti i giorni orario continuato 10 – 17 presso Biglietteria Teatro Alfieri in Via al Teatro n. 2 – Asti
Acquisto online su: www.bigliettoveloce.it

 

Più informazioni su