Al Castello di Cisterna la presentazione del libro “Social media corpo e relazioni. Steadycam un’esperienza di educazione al genere”

“Social media corpo e relazioni. Steadycam un’esperienza di educazione al genere” (Ed. Erickson) è il libro che verrà presentato oggi, venerdì 10 giugno alle 18 al Castello di Cisterna. L’ incontro è promosso da Polo Cittattiva per l’Astigiano e l’ Albese – I. C di S. Damiano, Museo Arti e Mestieri di un Tempo di Cisterna, Serd – Asl Cn2, Israt con Fra Production Spa, Libreria “Il Pellicano” e Aimc di Asti.

Si tratta del primo appuntamento di un percorso sull’educazione di genere. I curatori del saggio dialogheranno con Giuseppe Masengo (media educator) e Valentino Merlo (educatore professionale) del Centro Steadycam. Il libro descrive una ricerc-azione realizzata nell’anno 2017/18 dagli operatori del Centro Steadycam ASL CN2, coordinata da Gianna Pasquero con la Supervisione della Prof.ssa Chiara Bertone sociologa presidente del Corso di Laurea in Servizio Sociale e il Prof. Michele Marangi media educator docente a contratto presso l’università Cattolica di Milano.

“Il progetto ha avuto come obiettivo un percorso di cittadinanza attiva volto ad un utilizzo consapevole dei nuovi media con particolare riferimento alle relazioni tra i generi e all’affettività. L’ipotesi di lavoro è nata dalla rilevazione di fenomeni di sovraesposizione delle nuove generazioni in rete, che in un contesto di forte relazionalità e propensione alla sperimentazione, sembrano riproporre rigidi modelli di rapporti tra i generi. Infatti, analizzando i percorsi promossi dal Centro Steadycam, emergevano alcune considerazioni: una scarsa educazione all’affettività, un uso istintivo del social media e un nuovo modo di mettersi in relazione con l’altro che si avvale di modelli culturali e stereotipi spesso inconsapevoli sul maschile e femminile. La ricerca azione descritta nel libro ha cercato di far emergere le concezioni ricorrenti tra gli studenti e le studentesse, su cosa per loro caratterizza la femminilità e la mascolinità, valorizzando le differenze, per un’azione di prevenzione a vecchie e nuove forme di discriminazione e prevaricazione.”

Per informazioni: polocittattiva_formazione@icsandamiano.it