“Sviluppo Sostenibile ed Educazione Alimentare” nelle scuole astigiane con Coldiretti Asti e Campagna Amica

L’Educazione Civica inizia dalla “A” di Agricoltura. L’Agricoltura è: frutta e ortaggi, animali, lavoro nei campi, tutela del paesaggio, mercati e ospitalità

Proseguono nelle Scuole dell’Infanzia e Primarie astigiane le attività teorico-pratiche dal titolo “L’Educazione Civica inizia dalla “A” di Agricoltura”, promosse da Coldiretti Asti, Coldiretti Donne Impresa e Campagna Amica nell’ambito del progetto “Sviluppo Sostenibile ed Educazione Alimentare”.

Dopo la Giovanni Pascoli (Primaria), ricevuta nell’OrtoAmico del Mercato Contadino di Campagna Amica per piantare le fragole, la Costigliole (Primaria), con visita all’Azienda Agricola Speroni Chiara nell’ambito del laboratorio “L’orto tra le vite” per la messa a dimora di piantine d’insalata, la Lina Borgo (Infanzia), per la semina dei fagioli con Gino il Contadino, e la San Giovanni Bosco (Primaria) con la mini degustazione delle mele in compagnia dell’Azienda Agricola Giovanna Soligo, venerdì 20 maggio sarà la volta della Primaria Galileo Ferraris, con attività direttamente presso l’Orto Didattico di Gino il Contadino del Mercato di Campagna Amica (corso Alessandria 271, viale Pilone 184/a).

Per l’occasione, come in tutti gli incontri, è prevista una parte teorica relativa alla stagionalità e al kmZero dei prodotti ortofrutticoli, oltre che al processo di lavorazione dal campo alla tavola (viticoltura, olivicoltura, apicoltura, zootecnia e orticoltura), per poi dare spazio al mondo delle api con gli apicoltori Sabrina e Cesare Carlevero dell’Azienda Agricola Ponte Ballerine.

Inoltre, il modulo scuole affronta l’importanza del rapporto tra cibo e salute attraverso l’approfondimento dei temi legati alla composizione degli alimenti e alle caratteristiche di una dieta equilibrata, meglio rappresentata dalla Dieta Mediterranea.
Agli alunni delle ultime classi della Primaria, infine, si parla anche di biodiversità contadina: un viaggio nel gusto, nella tradizione agricola e nel paesaggio agro-silvo-pastorale. Insieme alla descrizione dei nuovi 107 prodotti salvati da estinzione è altresì presente il racconto di storie di agricoltura eroica e dei Cuochi Contadini.

Ai bambini cerchiamo di trasmettere la consapevolezza del valore dell’Agricoltura, che è l’arte e la pratica di coltivare il suolo allo scopo di ottenere prodotti utili, sani e genuini per l’alimentazione dell’uomo e degli animali, oltre che materie prime indispensabili per numerose industrie (cotone, lino, semi oleosi, ecc) ” spiegano i referenti di Donna Impresa per il progetto scuole Monica Monticone e Liliana Pipia.

Parlare di Agricoltura ai bambini è fondamentale per costruire un costruttivo percorso di consapevolezza e sensibilizzazione sul valore alimentare e ambientale – osservano il Presidente Coldiretti Asti Marco Reggio e il Direttore Diego Furia; – i bambini assorbono concetti e nozioni anche meglio degli adulti e, grazie al loro entusiasmo e alla loro intraprendenza, sono in grado di trasferirli alle famiglie sollecitandole a migliorare scelte e pratiche alimentari. Grazie alla disponibilità dei Dirigenti Scolastici e degli insegnanti, Coldiretti continua con soddisfazione il suo percorso di formazione/informazione nelle scuole, raccogliendo i migliori frutti”.