Quantcast

Salute del pianeta e dell’uomo: il progetto “Ambientamoci” ha fatto tappa all’Istituto Monti di Asti

Martedì 5 aprile 2022, nell’Aula Magna dell’Istituto Statale “Augusto Monti” di Asti, si è svolto l’incontro formativo inserito nel progetto “AMBIENTIAMOCI”, promosso dal Rotary Club di Asti, in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale.

Dopo i saluti iniziali del dirigente scolastico, Giorgio Marino, e delle collaboratrici, Maurizia Branda e Patrizia Fiore, hanno introdotto le tematiche della conferenza Rossella Maggiora, presidente Rotary Club Asti, Luigi Gentile, assistente del Governatore Distretto 2032 e Alberto Peraccio, past president Rotary Club Alessandria e coordinatore Progetto Ambientiamoci.

Nella settimana in cui ricorre la Giornata Mondiale della Salute, l’istituto ha ospitato la conferenza di divulgazione scientifica con l’obiettivo di contribuire alla diffusione tra i giovani di conoscenze legate a tematiche ambientali e alla loro stretta relazione con la salute. Infatti, l’importanza di riconoscere l’idea di sistema integrato, cioè, l’interdipendenza di ogni essere vivente e di ogni sfera del sistema Terra, acque, suolo, aria, è stato il filo conduttore degli interventi proposti: il pianeta Terra è basato su delicati equilibri e la sua cura si traduce in cura della propria salute e di quella di tutta l’umanità.

L’intervento iniziale da parte di Manuela Giovannetti, docente di Microbiologia Agraria, già direttrice del Centro Interdipartimentale Ricerca Nutraceutica e Alimentazione della Salute, nonché preside della Facoltà di Agraria, all’Università di Pisa, ha proposto un contributo video sulla “Produzione di cibo funzionale”, sottolineando i fattori che modulano il valore funzionale del cibo e delle relazioni simbiotiche tra piante e microrganismi.

Nel corso dell’evento si sono susseguiti gli interventi di giovani laureati in discipline scientifiche: Lorenzo Esposito, dottore in Biologia Agro-ambientale e docente presso l’istituto “Leardi” di Casale Monferrato; Alice Miretto, dott.ssa in Scienze Biologiche specializzanda in Nutrizione e Ambiente; Giulia Peruzzi, dott.ssa in Scienze Biologiche, specializzata in Biotecnologie Vegetali; Giulia Camurani, dott.ssa in Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche , collaboratrice presso la Delegazione ONB Piemonte-Liguria-Valle D’Aosta.

Grazie ai loro contributi, gli studenti, appartenenti a classi dei diversi indirizzi di studio del “Monti” (Liceo delle Scienze applicate, Linguistico e delle Scienze Umane, opzione Economico-Sociale) hanno avuto l’opportunità di affrontare alcuni argomenti legati alla tutela dell’ambiente, come il monitoraggio della qualità del suolo e dell’aria, il fitorisanamento e la fitodepurazione, correlati a problemi che interessano il territorio locale.

“È stata un’occasione per toccare aspetti sui quali spesso si hanno informazioni incomplete e, al contempo, conoscere nuovi ambiti di studio e di lavoro, avvalendosi dell’esperienza diretta di chi opera in tali settori – commentano gli insegnanti – Per dare continuità e più ampia diffusione al progetto, l’istituto scolastico riceverà un apposito “set formativo-Ambientiamoci”, comprensivo di contributi video ed interventi di esperti, a supporto delle iniziative che le classi vorranno avviare, affinché gli studenti possano acquisire maggiore sensibilità e consapevolezza riguardo all’importanza di curarsi dell’ambiente di cui siamo parte”.