Quantcast

Nata in ricordo della giovane villanovese Leila Kone, la fondazione “Action Leila” sostiene il villaggio ivoriano di Aboisso

Lo scorso mese di luglio, in Costa d’Avorio, si spegneva a causa di una malattia a soli 21 anni la giovane Leila Kone, 21 anni, nata e vissuta per molti anni a Villanova d’Asti, prima di trasferirsi nel paese africano per frequentare l’università.

Molto conosciuta per il suo passato da promessa dell’atletica, con eccellenti risultati, tra cui diversi titoli italiani, ottenuti nelle categorie giovanili nella disciplina del salto in lungo, lanciata dalla Polisportiva Mezzaluna. Aveva anche vestito la maglia azzurra sempre nelle categorie giovanili. In Costa d’Avorio si era guadagnato popolarità grazie alla partecipazione al concorso Miss Costa d’Avorio 2019 dove si era classificata al secondo posto.

Per mantenere vivo il ricordo di Leila, le persone a lei più vicine hanno costituito una Ong, denominata “Action Leila pour les démunis” che nei suoi primi mesi attività ha raccolto abiti e scarpe che ha donato al villaggio di Aboisso per sostenerlo e regalare un futuro più certo. Inaugurato nel 1983, il villaggio di Aboisso in Costa d’Avorio, accoglie un centinaio di bambini e sta sviluppando diversi programmi di sostegno alle famiglie vulnerabili per aiutarle a prendersi cura dei propri figli e prevenire così l’abbandono dei bambini.

Il presidente dell’ONG, Aka Kissi, racconta all’AIP (Agence Ivoirienne de Presse de Côte d’Ivoire) “si tratta di sostenere il villaggio e tutti coloro che lavorano in questa opera fanno del bene a favore dei bambini rimasti orfani. Tutto questo è anche”, ha sottolineato Mr. Aka, “per esaudire i desideri della seconda classificata di Miss Côte d’Ivoire 2019, Fanta Leila Koné, morta la notte di venerdì 10 luglio 2020, a seguito di una breve malattia all’età di 21 anni”.