Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

Il 24 gennaio si eleggerà il Presidente della Repubblica: tra i grandi elettori anche tre piemontesi

Per l’Italia il prossimo 24 gennaio sarà una data importante. Sarà eletto il nuovo Presidente della Repubblica che prenderà il posto di Sergio Mattarella.

Sarà il tredicesimo presidente e durerà in carica sette anni. Il Presidente della Repubblica è il Capo dello Stato e rappresenta l’unità nazionale. Il suo compito principale è quello di difendere la Costituzione Italiana, cioè la legge fondamentale del nosto Stato.

Ad eleggere il nuovo Presidente saranno 1009 “grandi elettori”: 630 deputati, 321 senatori e 58 delegati regionali. Questi ultimi sono stati eletti dai 20 Consigli delle Regioni italiane.

Per il Piemonte avranno questo importante onore: il presidente della Regione Alberto Cirio (di Alba), il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia (di Torino) e il consigliere Domenico Ravetti (di Castellazzo Bormida in provincia di Alessandria). Questi tre elettori sono stati scelti dal Consiglio regionale, convocato in videoconferenza. La votazione è avvenuta quindi da remoto e con scrutinio segreto, tramite posta elettronica certificata personale.

Il nuovo Capo dello Stato che salirà al Quirinale a Roma (la residenza del Presidente della Repubblica) sarà votato con voto segreto con una maggioranza dei due terzi degli elettori. Se tale maggioranza non viene raggiunta, si procede ad una nuova votazione. Dopo i primi tre scrutini, se ancora non si riesce ad eleggere un candidato, diventa sufficiente la maggioranza assoluta (la metà più uno dei votanti).

“L’elezione del presidente della Repubblica è uno dei momenti più alti nella nostra vita democratica, è quindi importante che il nuovo Capo dello Stato sia un’alta figura istituzionale che possa assicurare nel futuro stabilità, credibilità e affidabilità per lo sviluppo del nostro Paese” ha commentato Allasia, uno dei grandi elettori piemontesi.