Quantcast

Lettere al direttore

“Chiusura delle scuole, Rasero ci ripensa più che per l’esito dei pareri tecnici per i tanti commenti negativi sui social”

Riceviamo e pubblichiamo


L’uomo che non deve chiedere mai
Ancora una volta l’uomo solo al comando decide, comunica ipotesi di chiusura delle scuole, poi ci ripensa più che per l’esito dei pareri tecnici per i tanti commenti negativi sui social. Ma prima di redigere un non comunicato il sindaco di Asti, Maurizio Rasero, non ha pensato al subbuglio che avrebbe creato nelle famiglie, creando inutile allarmismo?
Oppure ha agito furbescamente, pensando che la posticipazione della apertura delle scuole gli avrebbe consentito di mettere una toppa alla questione “Lina Borgo”?
Ancora una volta l’uomo solo al comando si qualifica per quello che é, foriero di scelte individuali, finalizzate ad ottenere consenso elettorale. I tempi sono maturi per invertire questa tendenza, la città ha bisogno di un cambiamento dove prevalga il Noi invece che l’Io, la condivisione piuttosto che l’individualismo.

I consiglieri comunali di minoranza
Luciano Sutera
Maria Ferlisi
Angela Quaglia
Mario Malandrone
Giorgio Spata
Mauro Bosia
Giuseppe Dolce
Massimo Cerruti
Martina Veneto
Michele Anselmo
Davide Giargia