Quantcast

Alba: presentato questa mattina in Comune il ruolo del Garante comunale per i diritti delle persone con disabilità

Presentato anche un nuovo progetto per l’accessibilità delle strutture ricettive albesi

Si è tenuta questa mattina, venerdì 3 dicembre, Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, nella sala consiliare “T. Bubbio”, la presentazione di due progetti per rendere Alba sempre più accessibile e a misura di tutti: prima è stato spiegato il ruolo che avrà il Garante comunale dei diritti delle persone con disabilità e poi il progetto legato alle strutture ricettive che saranno testate sotto il profilo dell’accessibilità da un gruppo di volontari con disabilità.

L’assessore ai Servizi sociali, Elisa Boschiazzo, insieme con il presidente del Consiglio comunale Domenico Boeri, che ha ricordato anche il Peba, il Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche attivo in città dal 2016, e il direttore del Consorzio socio assistenziale Alba Langhe Roero Marco Bertoluzzo, ha illustrato le due nuove iniziative alle associazioni del terzo settore. Presenti anche i consiglieri Elena Alessandria, Lorenzo Barbero e Luigi Garassino.

La figura del Garante del diritti delle persone con disabilità è stata istituita con delibera del Consiglio comunale approvata all’unanimità il 28 ottobre 2021: al suo interno il regolamento che ne disciplina i compiti, le funzioni, i rapporti con l’Amministrazione comunale. Il bando si aprirà lunedì 6 dicembre e le domande dovranno pervenire entro le ore 12.00 di martedì 21 dicembre 2021.

Garante comunale per i diritti delle persone con disabilità alba

Il suo ruolo sarà quello di censire e mettere in rete tutti i servizi già presenti e attivi sul territorio, supportare famiglie e associazioni nelle pratiche burocratiche, farsi portavoce delle criticità e delle necessità che emergeranno in città. Come requisito è richiesta l’esperienza nel campo delle scienze giuridiche, dei diritti umani, delle attività sociali. L’incarico, a carattere gratuito, avrà durata triennale e sarà rinnovabile per due mandati. La nomina è in capo al sindaco.

Il secondo progetto, invece, è realizzato dagli assessorati ai Servizi sociali e al Turismo in collaborazione con il Consorzio socio assistenziale Alba Langhe Roero. Un gruppo di volontari con disabilità di diverso tipo avrà il compito di verificare lo stato dell’accessibilità dei luoghi turistici e delle strutture ricettive. Alba punta così a diventare una città turistica sempre più accessibile attraverso diversi progetti: tra le ultime iniziative, quest’anno, in occasione della Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, è stato installato un totem che spiega nella lingua dei segni ciò che accade durante la manifestazione.

Garante comunale per i diritti delle persone con disabilità alba

L’assessore ai Servizi sociali Elisa Boschiazzo: “Abbiamo voluto dare ancora più rilievo alla Giornata istituita nel 1992 dall’Onu per l’abbattimento delle barriere fisiche, cognitive, sensoriali e culturali, presentando due azioni concrete che l’Amministrazione comunale vuole mettere in campo. Da una parte con l’obiettivo di gestire meglio i servizi esistenti, portandoli a conoscenza di tutti, e dall’altra per lavorare su quello che ancora non c’è e migliorare la città anche sotto questo profilo”.

“Un percorso importante che consentirà alla nostra città di fare un nuovo passo avanti verso l’accoglienza e verso l’apertura al mondo della disabilità anche in campo turistico – commenta l’assessore al Turismo Emanuele Bolla -. Alba, così come tutto il territorio, ha già dimostrato grande sensibilità verso il tema dell’accessibilità con progetti come il totem in Fiera che segnano un nuovo corso, una strategia finalizzata a rendere la nostra città sempre più fruibile. Oggi la sfida è rendere più accessibili non solo gli eventi, ma anche le strutture e il mondo della ricettività”.