Quantcast

Tre imprese astigiane ricevono il prestigioso premio “Chiave a Stella”

Il 15 novembre, presso la sede di Unimanagement a Torino, sono stati consegnati i premi “Chiave a stella” alle imprese piemontesi che maggiormente si sono distinte per capacità di esprimere e coniugare innovazione e tradizione, per eccellenza del prodotto e valorizzazione del territorio in Italia e all’estero.

L’iniziativa, promossa da API Torino, Fondazione Magnetto e il quotidiano la Repubblica, con la collaborazione della Camera di commercio di Torino, UniCredit, Unioncamere Piemonte e CONFAPI Piemonte e con il supporto di Politecnico e dell’Università di Torino, ha l’obiettivo di valorizzare la piccola e media impresa che sta alla base del tessuto socio-economico piemontese, sostenendone la capacità di innovare, l’etica del lavoro e la responsabilità sociale. 66 le candidature presentate, provenienti da tutto il Piemonte. La provincia di Asti ha ottenuto un soddisfacente piazzamento con tre imprese premiate.

All’azienda Simer Coating di Villanova d’Asti è andato il premio per la sezione “piccole imprese”. L’azienda da oltre 40 anni lavora nel settore dei rivestimenti, realizzati con tecnologia di metallizzazione, per i più di versi settori industriali. Nonostante le sue piccole dimensioni, ha dimostrato una forte attenzione al tema del welfare e della sostenibilità, introducendo corsi professionalizzanti e premialità in termini economici anche per i collaboratori in apprendistato, inseriti in azienda grazie alla collaborazione con il Politecnico di Torino, e attuando misure e interventi in ambito di sostenibilità ambientale ed efficientamento energetico.

Sono state assegnate ad imprese della provincia di Asti anche due delle cinque menzioni speciali.
Il Nuovo Mollificio Astigiano di Belveglio ha ottenuto il riconoscimento quale migliore esempio di welfare d’impresa. L’azienda, che lavora nel settore della progettazione e della realizzazione delle molle da utilizzare in campo industriale ed agricolo, da anni, sposando un approccio olivettiano, attua interventi di welfare aziendale offrendo ai propri dipendenti uno spazio palestra, disponibile anche per i figli in didattica a distanza, gite culturali, buoni per sedute di assistenza psicologica, giornate di formazione culturale.

Infine l’impresa 3D Laser di Canelli è stata premiata quale migliore esempio di valorizzazione dei talenti in azienda. L’azienda è specializzata nelle lavorazioni di carpenteria metallica leggera con l’utilizzo della tecnologia laser e, dal 2019, con il progetto di formazione professionalizzante “Smart Job Training”, è diventata Ente formativo accreditato dalla Regione Piemonte nel settore della lavorazione dei metalli. Il progetto è autofinanziato e risponde alla necessità di formare manodopera altamente specializzata pronta per l’inserimento nel mondo del lavoro.

“Il premio Chiave a Stella valorizza le PMI che impostano le loro strategie di crescita coniugando innovazione, valorizzazione del capitale umano, rispetto dell’ambiente e del territorio, elementi secondo me indispensabili per generare ricadute positive sull’intero sistema economico – sottolinea Gian Paolo Coscia, presidente della Camera di commercio di Alessandria-Asti – L’attribuzione di ben tre riconoscimenti a imprese insediate nel territorio astigiano è per me motivo di grande soddisfazione. Mi auguro che questi esempi virtuosi possano essere da stimolo al perseguimento di sempre più alti livelli di sviluppo e benessere.”