Quantcast

Sottoscritto in Prefettura ad Asti il Protocollo di intesa per il controllo di vicinato con il comune di Cantarana

Nel pomeriggio del 2 novembre 2021, presso la Prefettura di Asti, presieduto dal Prefetto, si è tenuto il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla presenza del Questore, del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, di un rappresentante della Guardia di Finanza nonchè del Presidente dell’Amministrazione Provinciale e del Comandante della Polizia Municipale di Asti.

Il Sig. Prefetto ha sottoscritto con il Sindaco del Comune di Cantarana, Sig.ra Roberta Franco, il “Protocollo di intesa per il controllo di vicinato”, il cui obiettivo prioritario è la realizzazione di un modello concreto di sicurezza integrata e partecipata che aumenti la collaborazione tra Forze di Polizia e cittadini.
Il “Protocollo”, trentesimo tra quelli siglati in ambito provinciale, prevede che i cittadini, riuniti in “gruppi”, vengano coinvolti nelle attività di osservazione della propria zona di residenza allo scopo di segnalare fatti, circostanze o informazioni di interesse (ad esempio, passaggi ritenuti sospetti di macchine o di persone, allarmi, rumori, ecc….) a “coordinatori”, preventivamente individuati dal Comune e appositamente formati, per l’eventuale attivazione delle Forze di Polizia.

Nel ribadire l’importanza e l’efficacia di tali strumenti che valorizzano percorsi di cittadinanza attiva e di partecipazione diretta delle comunità locali alla cura del proprio territorio, aumentando il controllo sociale al fine di prevenire fenomeni criminosi, il Comitato ha concordato di dare un ulteriore impulso alla stipula di nuovi Protocolli d’Intesa sul territorio, per il miglioramento dei livelli di sicurezza della collettività.
A tal fine saranno promossi incontri e momenti di formazione e informazione con i Sindaci della Provincia e i Coordinatori dei Gruppi di Controllo di Vicinato già operanti, alla presenza di qualificati rappresentanti delle Forze di Polizia, al fine di illustrare il contesto generale dell’attività di prevenzione, valorizzare lo strumento del “Protocollo”, inquadrandolo nella corretta cornice normativa e promuoverne le finalità di supporto dei cittadini alle attività istituzionali delle Forze di Polizia, attraverso ogni utile scambio informativo.