Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Degustando la bellezza

Ruché Laccento e Tartufo: inebrianti sapori del Monferrato

Ruché e Tartufo evocano profumi tipici delle nostre terre, del Monferrato, le cui dolci colline ricoperte dai vigneti stanno regalando un caleidoscopio di colori che tolgono il fiato per la loro immensa bellezza.
Splendore e magnificenza in una terra in cui si incontrano due eccellenze: quando Laccento, il Ruché più bevuto nel mondo, sposa il Tuber Magnatum Pico, ovvero il tartufo bianco d’Alba, si entra in un mondo di pura bellezza non solo per gli occhi, ma per tutti i cinque sensi.

Cosa regala a livello gustativo l’abbinamento tra Ruché Laccento e il Tartufo bianco? A spiegarcelo è Franco Morando, l’artefice del successo di Montalbera, che ha portato in Monferrato una nuova filosofia di vivere il vino, in cui al centro ci sono le emozioni.
“La nostra etichetta rappresentativa di Ruché denominata Laccento – ci spiega Franco Morando – con una sovra-maturazione di circa il 20% porta sentori delicati, in palato amabile ma con una magnificenza di morbidezza che è di difficile ricordo; il tartufo con questi leggiadri sentori piacevolmente anch’esso aromatico che ricorda sentori di formaggio. Ed ecco il miglior connubio – Laccento – Tartufo, degustato presso il ristorante l’Antico Granaio dell’amico Antonio e della propria famiglia.”

Montalbera

Un Monferrato che si può e si deve degustare e scoprire a 360 gradi, soprattutto in questo periodo in cui i molti eventi legati al Tartufo richiamano dall’Italia e dall’estero molti amanti del “Buon Vivere”. E quando si parla di “Buon Vivere” non c’è niente di meglio che affidarsi alla Montalbera 360° Experience, il concept di ospitalità realizzato da Franco Morando che punta sul Luxury Wine Tourism ed un’accoglienza che permette di conoscere il mondo del vino da vicino.

montalbera autunno

In questo periodo, tra foliage e tartufo, quali emozioni si possono provare con la Montalbera 360° Experience?
Le emozioni sono “Sempre più belle a livello visivo – sottolinea Franco – con colori tipici autunnali che variano dall’aranciato al violaceo per poi confondersi col giallo opaco.”

Un nuovo look, dunque, per i vigneti in cui si snodano i diversi percorsi di winetrekking e per gli amanti della bici. Dal verde via via sempre più intenso tra primavera ed estate, ora la Montalbera 360° Experience permette di immergersi tra i colori grazie all’outdoor nell’anfiteatro naturale dei 100 ettari di vigneti che circondano la Cantina.

“I sentieri sono sempre gli stessi – commenta Morando – ma più difficili da percorrere sia in e-bike che in camminata, le emozioni visive uniche di questo periodo trovano più difficoltà per i terreni fangosi dovuti alle grandi piogge. Ma sempre poesia resta.”

La bellezza che caratterizza la filosofia di Montalbera si ritrova anche nel bicchiere e nei prestigiosi riconoscimenti che il Ruché di Castagnole Monferrato Laccento continua a conquistare. Un vino che non finisce mai di regalare soddisfazioni, come la conferma dei Tre Bicchieri 2022 del Gambero Rosso, i 97 punti nell’Annuario dei Migliori Vini di Luca Maroni e il 98+ di Luca Gardini, the Wine Killer.

“Cerchiamo sempre di fare il meglio, di interpretare al massimo ogni vendemmia e dargli il giusto equilibrio. Grandi premi quest’anno, grandi soddisfazioni che spero continueranno. Alla fine, siamo tutti figli della natura di ‘cotanta maestosità con l’annata 2021.”

montalbera