Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

Protect Our Home: i ragazzi che danno il buon esempio per il bene di tutti

Più informazioni su

Ci sono persone che non rispettano l’ambiente gettando i rifiuti ovunque, senza pensare che con quel gesto stanno facendo del male a tutti. E poi ci sono persone che cercano di rimediare ai danni altrui, come i ragazzi di Protect Our Home.

Con ATnewskids da un anno affrontiamo tematiche legate all’importanza di rispettare l’ambiente sotto tanti aspetti (la raccolta differenziata, l’importanza del riciclo, l’educazione all’alimentazione sostenibile legata a frutta e verdura di stagione…) e oggi abbiamo scelto di raccontarvi la storia di Protect Our Home, di cui spesso scriviamo anche nelle pagine di ATnews.

Vediamo come mai è nato questo gruppo di volontari, formato cioè da persone che lo fanno nel loro tempo libero per il bene di tutti, in modo totalmente gratuito.

Protect Our Home è un progetto “ecologista” nato ad Asti circa tre anni fa per dare il buon esempio: comportarsi bene, rispettando l’ambiente, è il primo passo per un mondo più pulito. Ma i ragazzi di Protect Our Home hanno deciso di fare qualcosa di concreto contro l’indifferenza e l’ignoranza che spinge tanti a fregarsene della città, e del mondo, in cui vivono.

Cosa fanno per dare il buon esempio? Raccolgono i rifiuti abbandonati! Hanno iniziato in pochi, un gruppetto di amici, con qualche raccolta di rifiuti in diverse zone della città di Asti.

Cos’è una raccolta? E’ un incontro di circa un’ora in cui i ragazzi si danno appuntamento, circa ogni due settimane, in un posto deciso prima per pulirlo dai rifiuti trovati vicino alla strada. Si presentano con tanti sacchi dell’immondizia, con guanti e protezioni adeguate perché devono evitare di correre rischi per la loro salute nel raccogliere rifiuti abbandonati.

Le iniziative di Protect Our Home sono state diffuse attraverso i social network sulle pagine Instagram e Facebook, e riprese in articoli sui giornali. In questo modo, nel giro di poco tempo, sempre più persone hanno conosciuto il loro operato e si sono unite al gruppo per le giornate di raccolta: per fortuna sono tante le persone che amano l’ambiente e il posto in cui vivono!

Dopo quasi un anno e mezzo di attività, Protect Our Home è diventata un’associazione No Profit e, fra una raccolta e l’altra, partecipano ed organizzano eventi per far capire alle persone quanto sia importante non abbandonare i rifiuti e per dare consigli e idee su come vivere rispettando l’ambiente.

Concludiamo questo racconto con le parole dei ragazzi di Protect Our Home: “Il nostro intento è far capire, soprattutto ai giovani, che essere attenti e impegnati, non significa essere dei vecchi noiosi… Anzi, noi ci divertiamo un sacco (anche quando abbiamo le mani nella monnezza… provare per credere!!!) e ormai siamo una piccola, grande famiglia, che sogna di aumentare sempre di più! Ognuno, nel proprio piccolo, può fare la differenza!!!”

La prossima raccolta di Protect Our Home sarà proprio oggi, con punto di ritrovo in Piazza San Secondo. L’appuntamento è alle 12.45: “Facciamo un po’ di pulizia fra le vie del centro! Perché?  Pensate che il centro sia pulito? Certo, molto più pulito di altre zone, ma vi possiamo garantire che, purtroppo, non siamo mai tornati a casa a sacchi vuoti… Provare per credere!”

Generico novembre 2021

Nella foto, un gruppo di volontari nella raccolta dello scorso 18 settembre, se volete vedere come funziona una pulizia, a questo link potete trovare il racconto -> Sedie, ombrelli, centinaia di mascherine e oltre trenta sacchi di rifiuti raccolti questa mattina da Protect Our Home

Più informazioni su