Quantcast

Piattaforme di trading: non solo eToro, ecco le più gettonate del momento tra gli investitori

Più informazioni su

Sempre più appassionati di trading online si mettono alla ricerca del portale ideale per cominciare a investire in Borsa in sicurezza. Ciò non significa avere la certezza dei guadagni, elemento impossibile da prevedere, ma semplicemente poter contare su broker certificati che mettono correttamente al corrente il trader tanto delle prospettive di vantaggio quanto dei rischi. Per capire come scegliere una piattaforma di trading può essere utile leggere la guida presente sul portale borsamercato.com, che passa in rassegna alcuni degli intermediari migliori, certificati e regolamentati dalle autorità di competenza.

Cosa offre eToro

E- Toro è certamente, tra le piattaforme in possesso di regolare certificazione, una delle più gettonate in assoluto, sia dai trader professionisti che dai neofiti che abbiano bisogno di un approccio semplice e user friendly. Una delle possibilità più apprezzate è, senza dubbio, quella di poter sfruttare il copy trading per emulare i successi di chi già ha ottenuto buoni risultati: i cosiddetti popular investor. Si tratta di trader professionisti che mettono il loro operato a disposizione di chi non abbia il tempo o le capacità di studiare a fondo i mercati. Il programma di trading viene impostato per funzionare automaticamente e ricalcare ogni investimento e si tratta anche di una modalità per osservare i migliori all’opera e imparare qualcosa in più. Non solo, ma E-Toro è anche una piattaforma ove è attivo il social trading, un vero e proprio social network nel quale scambiarsi opinioni, suggerimenti e rumors del momento. Qui, infine, come anche in altre piattaforme celebri, è possibile accedere a una formazione gratuita.

Da XTB a IQ Option: quale piattaforma scegliere

Formare un trader significa conferirgli tutti gli strumenti per iniziare a fare investimenti in tempi rapidi e soprattutto con un linguaggio semplice e propedeutico alla pratica. Un corso gratuito come quello di XTB, ad esempio, si rivolge proprio ai principianti che ancora non sono avvezzi all’uso di terminologie complesse. Inoltre, proprio al fine di completare la formazione, sia XTB che Trade.com consentono anche di fare pratica grazie a un conto virtuale, denominato CONTO DEMO con il quale vengono simulate, senza limiti di tempo, tutte le principali operazioni di trading ma mai con denaro vero: una vera e propria palestra del trading, dunque, ove verificare le proprie capacità prima di cominciare con gli investimenti. La peculiarità di molti corsi, incluso quello del già citato Trade.com, è quella di avere un esperto che, telefonicamente, fornisce tutte le delucidazioni di cui si possa avere necessità.

Plus 500, invece, conferisce anche l’opportunità di comunicare direttamente online e di offrire possibilità più approfondite anche ai trader più navigati, ad esempio con il mercato dei CFD: si tratta dei cosiddetti contratti per differenza che possono generare vantaggi anche quando il trend di un asset sia sfavorevole. A seguito dello studio dei mercati (molti broker offrono già un’analisi tecnica approfondita con segnali di trading gratuiti) occorre stabilire se il bene di base avrà una tendenza a risalire (posizione long) oppure a scendere (posizione short). Dopo aver stabilito magari uno stop loss per limitare le perdite, bisogna solo verificare se la propria previsione si rivela corretta e quindi abbia generato un vantaggio.

Infine, tra le migliori piattaforme di trading occorre citare anche IQ Option, che ha commissioni pari a zero, in quanto il broker ha guadagno solo sullo spread, e deposito minimo estremamente conveniente. Altro aspetto molto importante è legato alla varietà di asset con cui poter fare trading: azioni, valute, criptovalute, beni primari sono solo alcuni di quelli da inserire nel proprio portafogli virtuale al fine di variare gli investimenti il più possibile.

 

Più informazioni su