Quantcast

Le storie di “Io c’ero” raccontate a Costigliole d’Asti con cinque testimoni

Le storie di “Io c’ero” rivivono nella Sala consiliare del Municipio di Costigliole d’Asti: la presentazione del libro di Laura Nosenzo e Loredana Dova si terrà venerdì 12 novembre alle ore 18.

Il volume raccoglie cinquantuno storie, per gran parte astigiane dal fascismo alla liberazione, che saranno narrate da Alessandro Beccaris, Giovanni Borriero, Nena e Laura Pescarmona ed Enza Prunotto (figli di partigiani costigliolesi). Ognuno di loro racconta il padre con un oggetto particolare legato alla Resistenza: una fotografia d’epoca, un paio di occhiali sequestrati a un aviatore tedesco, la medaglia commemorativa per la lotta in Jugoslavia, il certificato al patriota. Modera Filippo Romagnolo.

In apertura il saluto istituzionale del sindaco Enrico Alessandro Cavallero e di Paolo Lanfranco, presidente della Provincia che ha coeditato con Araba Fenice il libro per ricordare il 25° anniversario del conferimento all’Ente della Medaglia d’Oro al valor militare per i valori della Resistenza.

Al termine verrà proiettato il filmato realizzato dal Primo cittadino su Luigi Ferro, deportato in Germania e cittadino onorario di Costigliole. Il video, girato nella casa del protagonista qualche mese prima della scomparsa, verrà proposto per la prima volta al pubblico con la presenza della figlia Antonella.

L’appuntamento, patrocinato dal Comune, è organizzato in collaborazione con Provincia, Costigliole Cultura, Biblioteca Civica, Anpi-sezione locale A. Prunotto, Associazione Memoria Viva. Obbligo di Green Pass per accedere in sala, dove sarà possibile acquistare il libro. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

presentazione libro io c'ero costigliole