Quantcast

Le Rubriche di ATNews - ATnewsKids

La storia dei tappi di plastica raccolti dall’associazione astigiana “Con Te”

Grazie ai volontari di Protect Our Home abbiamo scoperto perché è importante differenziare e raccogliere i tappi di plastica. Ora andremo alla scoperta del ciclo dei tappi nella nostra provincia dove operano i volontari dell’associazione “Con Te”.

Quando compriamo una bottiglietta d’acqua, un flacone di detersivo o dei pennarelli sappiamo che la loro vita sarà breve, ma i tappi faranno un viaggio molto importante che mette in contatto persone di tutte le età e che può fare del bene all’ambiente e alla società.

La differenziazione inizia nelle case, negli uffici e nelle scuole dove i tappi vengono raccolti e messi in grossi contenitori a forma di bottiglioni.

Quando questi contenitori saranno colmi arriveranno i volontari della “Con Te” a prenderli per portarli nel cortile della loro sede in corso Savona ad Asti. Qui vengono messi in grossi sacchi e accatastati in garage. C’è anche chi fa un lavoro certosino di pulizia togliendo la pellicola in alluminio o carta che spesso rimane attaccata ad alcuni tipi di tappi. Questo è ad esempio il lavoro della signora Maria che ama dare il proprio contributo.

Quando il quantitativo di tappi e sacchi è piuttosto grosso, viene contattato un camion che viene a caricarli per portarli in aziende che utilizzano questi preziosi tappi come materia prima per realizzare nuovi prodotti. In questo modo non solo il tappo avrà così una seconda vita, ma si evita di utilizzare risorse del pianeta.

Ma questo viaggio del tappo ha anche un importante valore sociale. Le aziende comprano i tappi  e il ricavato va a sostenere le tante attività dell’associazione Con Te che si occupa di dare assistenza e aiutare i pazienti molto malati o che non possono più guarire dando un po’ di sollievo a loro e alle loro famiglie. Tra le loro attività c’è la consegna dei farmaci a domicilio, l’assistenza in ospedale e l’allestimento di bancarelle per spiegare cos’è la cultura del sollievo.

“In un anno possiamo raccogliere fino a 20 quintali di tappi per un guadagno di 4000 euro – spiega Caterina Briatore, segretaria dell’associazione e referente per la raccolta tappi –  I grossi contenitori per la raccolta tappi possono essere installati nei supermercati, nelle scuole, nei condomini, nei bar e nelle scuole . Spesso inizia una vera e propria gara di solidarietà. Ricordo una volta in una scuola di Rocchetta Tanaro che un bambino mi era corso dietro perché aveva ancora un tappo in tasca che non aveva consegnato. La raccolta dei tappi con il loro viaggio per la provincia di Asti mette in relazione tante persone, bambini, adulti e anziani, in un circolo solidale dove tutti sono contenti perchè possono dare il loro contributo. E’ un progetto educativo sia dal punto di vista ambientale che sociale”.

tappi
Caterina Briatore

L’iniziativa della raccolta tappi da parte della “Con Te” è partita nel 2014 e ora può vantare ben 350 punti di raccolta. Tutti i giorni almeno due volontari girano per Asti e provincia per ritirare i contenitori.

Per sapere come richiedere gratuitamente un bottiglione è possibile contattar il numero 3342189803. La sede di corso Savona 237 è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30.

Di seguito alcuni momenti della raccolta tappi dell’Associazione “Con Te”

tappi
tappi
tappi