Quantcast

I nidi d’infanzia di Asti festeggiano l’albero prezioso alleato dell’uomo: le attività proposte ai bambini in città

I nidi d’infanzia della Città di Asti hanno ripreso la loro regolare attività nel mese di settembre rinforzato con personale educativo assunto in supporto per far fronte alle eventuali assenze e alla attività di outdoor education, educazione all’aperto avviata in maniera quasi integrale, grazie ai bellissimi e ampi spazi verdi di cui sono dotati i nidi comunali.

Come avvenuto l’anno scorso, la programmazione educativa riparte dalla natura e dai doni che ci offre. Negli spazi esterni dei nidi d’infanzia sono state allestite aule a cielo aperto dove i bimbi possono vivere esperienze di carattere sensoriale, in armonia con la stagionalità. “Le stanze – spiegano dal Comune di Asti – hanno altresì la connotazione “della bottega”, dove i piccoli possono sia osservare che vivere attivamente questa esperienza, utilizzando gli “strumenti del mestiere” attraverso il gioco, inteso come strumento per creare in un contesto che non lo indirizza, ma lo lascia scegliere, tracciandosi da solo una strada nella quale incanalare le proprie inclinazioni, esprimendosi con un linguaggio proprio. Le aule-bottega vengono replicate anche all’interno del nido, per ovviare alle situazioni metereologiche più difficili da gestire.”

Dal momento che domani, 21 novembre sarà la festa dell’albero, i nidi d’infanzia della Città di Asti vogliono celebrarlo come dovuto attraverso iniziative e attività.

Il Nido d’infanzia Il Panda “con l’ausilio dei genitori ha scelto di scrivere sui cartoncini di carta di semi e fiori, quelli che secondo loro sono i valori da coltivare per il futuro dei loro figli. La semina stessa è un atto di fiducia e di speranza, concetti fondamentali per crescere un bambino e una bambina. I cartoncini seminabili verranno regalati agli abitanti del quartiere durante una passeggiata con i bimbi del nido, cosicché possano piantarli, prendersene cura e condividere simbolicamente con i genitori le speranze per il futuro. Quanto più ci si prenderà cura dei semi, tanto rigogliosi vedremo crescere i nostri alberi.”

Nel grande giardino del Nido d’infanzia La Rondinei bambini celebrano la festa dell’albero piantando tanti piccoli semi all’interno di vasetti che verranno appesi a decorare gli alberi della nostra area esterna. È difficile comprendere che un piccolo seme possa diventare un grande albero, può sembrare un miracolo. La festa dell’albero può contribuire ad avvicinare i bambini al concetto che un seme è qualcosa di straordinario, un dono della natura che ha bisogno di cure e attenzioni e che grazie ad esse subirà meravigliose trasformazioni diventando germoglio, pianta, frutto e nuovamente seme.”

Il Nido d’infanzia Lo Scoiattoloper questa occasione vuole protagonista un meraviglioso Ulivo, piantato lo scorso anno in un grande vaso dai bimbi con l’aiuto di un papà; ora cresce insieme a noi. I bambini e le bambine si curano di lui annaffiandolo, riparandolo dal freddo e tenendogli compagnia. In occasione della sua festa, lo abbiamo portato all’interno del nido per ascoltare tutti insieme una storia a lui dedicata. Il libro scelto “Saremo alberi” racconta di tanti piccoli semi che, come noi, da grandi saranno tutti diversi, unici, ognuno con le proprie caratteristiche. Il girotondo intorno all’Ulivo al ritmo della canzone “Ci vuole un fiore”, mette in luce l’importante relazione tra uomo e natura. Verranno messe a dimora piccole piantine per prendercene cura, aspettando e osservando la loro crescita e la fioritura. In primavera potremo godere dell’esplosione dei colori e dei profumi, sperando che attirino farfalle e api. Il tutto con l’aiuto di mamme, papà e nonni per la manipolazione del terriccio e la piantumazione.”

Il nido d’infanzia Il Colibrì, “gode della vicinanza al Parco Fruttuoso, recentemente inaugurato: proprio domenica 21, dalle ore 14, il Comitato corso Alba ha organizzato “La Festa dell’Albero”, un pomeriggio con laboratori per i bambini, camminate e merenda finale. Durante la festa, all’interno dello spazio “Pianta la pianta” anche i bambini e le bambine dei nidi della Città metteranno a dimora un albero da frutto: potranno in seguito averne cura, seguire i cambiamenti stagionali durante le passeggiate nel parco e godere dei suoi frutti. I bambini del nido Colibrì parteciperanno alla giornata organizzata al parco fruttuoso con un “albero” realizzato al nido con i colori e le loro manine, che sarà esposto in occasione della festa. Inoltre, durante le frequenti passeggiate, i bimbi di questo nido porteranno come dono al quartiere i loro vasetti “piccini picciò” contenenti bulbi, destinati a regalare alle persone spensieratezza e meraviglia.”

outdoor education nidi asti

Il nido Il Gabbiano, “in collaborazione con le famiglie, ha realizzato un progetto di abbellimento delle aree verdi, piantando e seminando fiori, erbe aromatiche e topinambur. E’ nato così un delizioso giardino di aromi, di cui i bambini si sono presi cura.
Le piantine sono state spunto per molte attività educative, volte a stimolare i 5 sensi: i bimbi hanno gustato le dolci fragoline, annusato la menta, il basilico e la salvia; immerso le mani nella terra e nel fango, visto crescere dal seme le piante del pomodoro e della zucca, sentito lo sfrigolio delle foglie secche in autunno. A rendere speciale il nostro progetto è stato l’arrivo di un piccolo melo: donato da una famiglia, è stato piantato e curato con dedizione dai bambini.”

Il nido La Coccinellacontinua nella progettazione e realizzazione di esperienze di Outdoor Education nei propri giardini e nel Giardino sensoriale inaugurato nel giugno del 2019, ripartendo con i laboratori che coinvolgono le famiglie per la manutenzione e la progettazione degli spazi esterni.”

Il Sindaco Maurizio Rasero e l’Assessore all’Istruzione Elisa Pietragalla ricordano che questi momenti hanno come obiettivo la costituzione di una comunità educante che possa servire per ampliare e approfondire le possibilità di esperienze e apprendimento per i più piccoli.

Tutto questo lavoro si svolge con una maggiore consapevolezza da parte del personale dopo la conclusione di un lavoro di ricerca sul campo, svolto da un educatore nei nidi astigiani e presentato presso l’università degli studi di Milano Bicocca attraverso un elaborato di tesi, sempre sul tema dell’Educazione all’Aperto.

In foto: i bimbi dei nidi comunali impegnati in attività di outdoor education