Quantcast

Asti, deliberati dalla Giunta comunali gli indirizzi e gli sconti alle società sportive per l’utilizzo degli spogliatoi

Un’altra importante decisione dell’Amministrazione comunale di Asti per venire incontro alle esigenze delle società sportive, pur nella difficoltà di rispettare le normative anticovid.

Questa volta il tema è quello dell’utilizzo degli spogliatoi, che le società sportive intendono utilizzare al termine degli allenamenti infrasettimanali, in particolare quelli del campo di atletica. L’utilizzo degli spogliatoi è consentito (pur sconsigliandolo) dal disciplinare Fidal, se vengono garantiti i necessari interventi di pulizia e sanificazione e nel rispetto di precise prescrizioni.

La giunta comunale di Asti, valutato come, anche in considerazione dell’imminenza della stagione invernale, si possano positivamente valutare le richieste pervenute, nel rigoroso rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contrasto alla trasmissione virale, su proposta dell’Assessore Mario Bovino ha deliberato, con voti favorevoli espressi all’unanimità, quanto segue:
1) di accogliere favorevolmente le richieste di utilizzo di spogliatoi e docce degli impianti sportivi dell’Ente e delle palestre scolastiche, per queste ultime subordinatamente al parere favorevole del dirigente scolastico competente.
2) di precisare che ogni società utilizzatrice dei sopracitati locali dovrà garantire il puntuale rispetto delle vigenti disposizione nazionali e locali, nonché dei protocolli di sicurezza di contrasto della diffusione del virus Covid-19 ed in particolare dovrà ottemperare alle seguenti prescrizioni:
– dovrà redigere e conservare presso i propri archivi apposito Piano di sicurezza COVID 19, contenente le modalità di svolgimento delle attività di utilizzo di spogliatoi e docce e le conseguenti operazioni di pulizia e igienizzazione al termine di ogni utilizzo in conformità alle norme generali vigenti da effettuarsi da parte di una ditta incaricata dalla società utilizzatrice;
– dovrà garantire il distanziamento interpersonale previsto dalle norme in vigore tra i fruitori degli spogliatoi e docce e controllare che il numero degli utilizzatori non ecceda rispetto al limite consentito e indicato nelle linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere;
– dovrà farsi carico dei costi derivanti dal servizio di pulizia e igienizzazione dello spogliatoio, delle docce e delle attrezzature in esso installate;
– dovrà garantire che il servizio di pulizia e igienizzazione venga svolto con tempistiche di inizio e fine operazioni che non pregiudichino la fruizione dei locali e l’inizio delle attività delle altre Società/Associazioni subentranti o concomitanti nell’utilizzo della struttura;
– per quanto riguarda l’utilizzo degli spogliatoi e docce del Campo Scuola la società utilizzatrice sarà responsabile anche del controllo atto a garantire che accedano a tali locali solo atleti e tecnici muniti di certificazione verde (cd. “green pass”).
3. Di stabilire che:
– a fronte di detto impegno di ordine organizzativo ed economico, si applichi a dette società una riduzione della tariffa pari al 50% rispetto a quella prevista dal vigente piano tariffario;
– a quelle società che, non volendosi assumere tale impegno e rinuncino ad utilizzare spogliatoi e docce, non usufruiscano della totalità dei servizi normalmente a loro disposizione presso gli impianti sportivi dell’ente si applichi una riduzione della tariffa pari al 25% rispetto a quella prevista dal vigente piano tariffario.
4. Di precisare che le riduzioni di cui sopra comportano un mancato introito presunto per la Civica Amministrazione pari a circa € 28.500,00.