Quantcast

Api, prodotti dell’alveare e benessere: molto interesse per il corso di apiterapia a Cocconato

Un Apiario del Benessere sarà realizzato nel comune del Nord Astigiano

Più informazioni su

Possono dare benefici a corpo e mente, curare lesioni e avere un’azione battericida, essere utilizzati contro le infiammazioni e avere funzione analgesica contro il dolore: sono i prodotti dell’alveare, dal miele al polline, dalla propoli al veleno d’api.

Se n’è parlato nel corso di apiterapia ospitato lo scorso fine settimana, 13 e 14 novembre, a Cocconato e organizzato dall’Associazione Italiana di Apiterapia. Gli oltre 60 iscritti, provenienti anche da fuori regione, hanno avuto modo di approfondire alcune tematiche legate all’uso dei prodotti dell’alveare a livello curativo. L’apiterapia è infatti un insieme di trattamenti mirati al recupero del benessere, sia nell’ambito umano che veterinario, con i prodotti raccolti, trasformati e secreti dalle api.

Corso Apiterapia Cocconato
Corsisti

Spazio è stato dato alla presentazione dell’Apiario del Benessere, una struttura che prevede l’installazione delle arnie a ridosso di una casetta in legno, appositamente modificata per il loro fissaggio e utilizzo, che permette di beneficiare di trattamenti come l’apiaroma (beneficiare dei profumi dell’alveare ricchi di resine e olii essenziali utili per l’apparato respiratorio) o dell’apisound (beneficiare del ronzio delle api che favorisce il rilassamento e la meditazione, un’azione di relax in sintonia con il suono della natura).

“Bisogna capire l’utilizzo che se ne vuole fare, se a livello privato, a scopo didattico o divulgativo, o per il benessere in collaborazione con centri estetici. Sono diverse infatti le finalità, ma si parte da un unico requisito: avere buoni  prodotti dell’alveare” così Francesco Collura, organizzatore dell’evento oltre che membro dell’Associazione di Apiterapia, che ha presentato le buone pratiche in apicoltura e anticipato che, proprio a Cocconato, nei prossimi mesi, sarà installato un apiario del benessere.

Corso Apiterapia Cocconato
Francesco Collura

Nella due giorni sono stati numerosi i relatori che si sono alternati: Simona Martinotti, ricercatrice presso l’Università del Piemonte Orientale; Elia Ranzato, ricercatore presso l’Università del Piemonte Orientale; Massimo Carpinteri, apicoltore e presidente onorario Aspromiele; Giancarlo Quaglia, chimico Lifeanalytics-Floramo; Nadia Bessone, infermiera, monitrice Croce Rossa Italiana. Tra i partecipanti, oltre ovviamente agli apicoltori, anche molti imprenditori e alcune persone del mondo della salute, ma non medici, nonostante il corso fosse rivolto anche a sanitari.

“Purtroppo è difficile coinvolgere i medici perché non esiste un protocollo che riconosca l’apiterapia a livello scientifico e sanitario” spiega Aristide Colonna, medico chirurgo, presidente dell’Associazione Italiana Apiterapia, che da oltre dieci anni si interessa di naturopatia e apiterapia e collabora con l’istituto di oncologia HC Marbella International Hospital per l’introduzione di protocolli terapeutici di fito-apiterapia integrati alle terapie tradizionali per la riduzione degli effetti secondari della chemio-radioterapia.

Corso Apiterapia Cocconato
Aristide Colonna

“L’apiterapia non è contrapposta alla medicina convenzionale è un’integrazione – evidenzia Colonna – Non tutte le malattie possono essere curate, ma sicuramente l’apiterapia può essere integrata e la ricerca continua è fondamenatale”. Uno degli obiettivi dell’Associazione Italiana Apiterapia è infatti divulgare la conoscenza dei principi terapeutici dei prodotti delle api, in modo da diffonderne l’uso coadiuvante alla medicina convenzionale.

Per informazione sull’Associazione Italiana Apiterapia http://www.apiterapiaitalia.com/

Corso Apiterapia Cocconato
Corso Apiterapia Cocconato
Corso Apiterapia Cocconato
Corso Apiterapia Cocconato

Più informazioni su