Quantcast

Alba, presentata la stagione teatrale 2021-2022 del Teatro Sociale Busca

Più informazioni su

Sabato 13 novembre sul palco della sala storica del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba è stata presentata al pubblico e alla stampa la stagione teatrale 2021-2022.

La presentazione è iniziata con un omaggio ricordo ad Enrico Serafino scomparso nella notte all’età di 93 anni.
L’uomo di teatro e di cultura è stato ricordato dall’assessore comunale alla Cultura Carlotta Boffa e dall’attore Paolo Tibaldi che ha rammentato il ruolo importante di Serafino nella diffusione della cultura teatrale tra gli albesi, fin dai tempi in cui gli spettacoli si svolgevano nel Teatro Corino. L’attore ha anche ricordato il rapporto tra Serafino ed i tanti attori del panorama teatrale italiano. Citata anche l’amicizia tra Serafino ed il cantautore Paolo Conte che nella sua ultima esibizione in teatro ad Alba gli aveva dedicato un tributo dicendo: “Viva il Teatro, Viva Serafino!”.
La cantautrice Simona Colonna ha poi intonato “Azzurro” di Paolo Conte, in memoria di Serafino.
La presentazione è stata accompagnata dalle note del pianista Emiliano Blangero.

LA STAGIONE TEATRALE 2021-2022

Il cartellone della Prosa si inaugura mercoledì 8 dicembre con un classico del teatro francese, Tartufo di Molière, commedia politica senza tempo nella versione di Roberto Valerio, con un efficace e incisivo Giuseppe Cederna e una convincente Vanessa Gravina: il racconto quanto mai attuale dell’immortale battaglia fra la verità e l’inganno, l’onestà e l’ipocrisia.

Il mese di dicembre continua con Alla stessa ora, il prossimo anno, mercoledì 15 dicembre, commedia divertente scritta dallo sceneggiatore canadese Bernard Slade, che racconta fra lacrime e risate una storia d’amore lunga ventiquattro anni. A interpretare i protagonisti Alessia Giuliani e Alberto Giusta.

La prosa riprende poi nel 2022 con la prima versione teatrale italiana di uno dei romanzi ottocenteschi più conosciuti e apprezzati, Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen in scena venerdì 11 febbraio. Arturo Cirillo, in doppia veste di regista e attore, fa del testo una vera e propria macchina comica che non cancella però quell’indagine sui sentimenti di cui il romanzo si nutre.

Sabato 19 marzo, spazio alle risate e all’intrattenimento puro con Emanuela Aureli e il suo Ce la farò anche s(t)ravolta, un one woman show che mette in risalto tutta la bravura e l’ironia dell’attrice attraverso aneddoti buffi, gag, imitazioni e anche canzoni!

Il mese di marzo continua con il gradito ritorno, martedì 22 e mercoledì 23, di due “mostri sacri” del teatro italiano, Umberto Orsini e Franco Branciaroli. Pour un oui ou pour un non, commedia di Nathalie Sarraute, mette al centro la forza delle parole e la storia di un’amicizia ritrovata dopo un distacco non motivato, durato anni.

Aprile sarà il mese dedicato alla leggerezza e al divertimento grazie a due spettacoli da non perdere. Si comincia sabato 2 aprile con Black story – Stanno sparando sulla nostra canzone, interpretato da Veronica Pivetti e Cristian Ruiz. Una commedia nera, ambientata nell’America dei mitici anni Venti, con una trascinante colonna sonora e un finale davvero esplosivo.

Domenica 10 aprile, il palcoscenico del Sociale è tutto per Paolo Conticini che con La prima volta racconta un po’ di sé, balla e canta: la famiglia, gli studi, i suoi primi lavori… Un viaggio fra le sue “prime volte” che sono anche le nostre, una riflessione divertente, poetica e scanzonata su quanto sia sorprendente la vita.

A maggio infine, lunedì 16 e martedì 17, Giorgio Lupano, Gabriele Pignotta e Attilio Fontana saranno i protagonisti della commedia Tre uomini e una culla di Coline Serrau, in un adattamento curato dall’autrice stessa. Un tuffo nelle atmosfere della pellicola francese degli anni Ottanta che racconta le avventure di tre scapoli alle prese con una neonata e tutti i guai, ma anche le emozioni, che ne conseguono.

A gennaio ritorna la consueta rassegna Teatro del Territorio organizzata in collaborazione con l’Associazione Il Nostro Teatro di Sinio. Apre la rassegna proprio la compagnia di Oscar Barile, sabato 29 e domenica 30 gennaio, con il debutto dello spettacolo Ra legittima: l’affresco di una famiglia delle Langhe degli anni Cinquanta alle prese con la gestione dell’eredità paterna e con tutte le diatribe che ne derivano.

Sabato 19 febbraio sono gli Amemanera, con la partecipazione di Oscar Barile e Paolo Tibaldi, a portare sul palco del Sociale un concerto di canzoni e ballate della tradizione piemontese che si uniscono a brani originali, in un perfetto mix di passato e presente.

Chiudono la rassegna, domenica 13 marzo, i Trelilu in Lilumania, un concerto spettacolo ricco di musica e comicità per festeggiare i trent’anni del gruppo. Con loro in scena personaggi della musica, dello sport e della cultura piemontese.

Altra gradita conferma è la rassegna Famiglie a Teatro che prende il via domenica 19 dicembre con La ballerina e il soldatino di stagno della compagnia Casa Bit, un classico di Hans Christian Andersen che racconta la tenera storia d’amore fra due giocattoli. Anche lo spettacolo successivo, in programma domenica 9 gennaio 2022, è tratto da uno dei libri più famosi della letteratura per l’infanzia, Il gruffalò di Julia Donaldson e Axel Scheffler. Una storia in musica, prodotta dalla Fondazione Aida, che racconta di un topolino assai furbo, capace di inventarsi un ottimo stratagemma per affrontare la paura del Bosco Frondoso: un mostro terribile che tutti i bimbi conoscono!

Domenica 23 gennaio è l’associazione culturale Magog a portare in scena Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei…, uno spettacolo interamente dedicato al cibo in tutte le sue sfumature e declinazioni, raccontato da una serie di personaggi caricaturali e da molte situazioni divertenti.

Il mese di febbraio si apre con Cenerentola – Rossini all’opera della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus: domenica 13 febbraio i piccoli spettatori entreranno nel mondo dell’opera e conosceranno le vicende di un grande compositore, Gioacchino Rossini, alle prese con la stesura di Cenerentola ossia il trionfo della bontà. Lo spettacolo unisce musica e recitazione in un mix poetico e divertente.

La rassegna si chiude domenica 20 febbraio con Valentina vuole, produzione Accademia perduta/Romagna Teatri, una piccola narrazione per attrici e pupazzi che racconta di una bambina sempre arrabbiata e che sembra non accontentarsi mai. Lo spettacolo rientra anche nel programma di Burattinarte d’inverno.

Tra febbraio e maggio 2022 il Teatro Sociale “G. Busca” di Alba, in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus, propone la rassegna intitolata Teatro Scuola rivolta al pubblico scolastico: dagli alunni della scuola dell’infanzia agli studenti delle scuole secondarie. Una bella occasione per scoprire la magia del palcoscenico fin dalla più tenera età. Si comincia lunedì 7 febbraio con il laboratorio teatrale Albatros che propone, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Alba, Sparkleshark work in progress – Teatro contro il bullismo pensato per gli studenti delle secondarie di primo e secondo grado. Anche lo spettacolo successivo, Grease – Il musical, programmato per mercoledì 6 aprile, si rivolge al pubblico delle scuole secondarie. La compagnia Palchetto Stage trascinerà i ragazzi nel mondo di Sandy e Danny, con musiche e canzoni in lingua inglese. Giovedì 21 aprile, In viaggio con il Piccolo Principe della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus porterà gli alunni delle scuole primarie in un’avventura dentro e fuori dal mondo reale, ricca di situazioni poetiche, divertenti e a tratti filosofiche.

La rassegna si conclude mercoledì 4 maggio con Semino della compagnia La Luna nel Letto, una storia delicata e dolce sulla cura, pensata per i bambini della scuola dell’infanzia.

Due progetti belli e importanti, una conferma e una novità, sono previsti nella primavera del 2022. Il Festival Il Teatro dei ragazzi, giunto alla sua XXIV edizione che, data la situazione ancora di incertezza legata alla pandemia, si rivolgerà agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado; dal 22 al 31 maggio, il palco del Sociale sarà tutto per gli spettacoli dei ragazzi, frutto dei laboratori scolastici.
Il progetto Fenoglio, legato al centenario della nascita dello scrittore albese, che vedrà il Teatro, in collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio, ospitare diversi momenti legati alle opere di Fenoglio e alla sua figura. I contenuti saranno comunicati più avanti, quando verrà presentato il programma definitivo del Centenario Fenogliano.

Anche in questa stagione, infine, torna la collaborazione con il Civico Istituto Musicale “L. Rocca” grazie ai due concerti di Musica a Teatro: mercoledì 22 dicembre il Concerto di Natale e martedì 8 giugno il Saggio di fine anno. L’ingresso per entrambi gli appuntamenti è libero.

[Foto credits: Beppe Malò]

Più informazioni su