Quantcast

Alba, intitolazione della galleria della Maddalena a Roberto Ponzio

Più informazioni su

Nell’ambito degli eventi della 91ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e nell’anno di Alba Capitale della Cultura di Impresa, la Giunta comunale di Alba ha deliberato di intitolare la galleria, detta “della Maddalena” a Roberto Ponzio (1923-2008), imprenditore albese e promotore della tartuficoltura.

La cerimonia di intitolazione si terrà sabato 27 novembre 2021, alle ore 11.00, alla presenza dei rappresentanti dell’Ente Fiera di Alba e delle associazioni cittadine di trifolau.

Nella galleria, oltre alla targa, saranno collocate due fotografie storiche che ricordano il mercato del tartufo, con i trifolau intenti nella contrattazione dei tartufi con Roberto Ponzio.

“È un doveroso riconoscimento – sottolinea il sindaco di Alba Carlo Bo – che assegniamo a nome dell’intera comunità albese a Roberto Ponzio. Questo nostro concittadino illuminato da competenza e determinazione ha creduto fortemente nella qualità e nell’eccellenza del nostro tartufo bianco. Proprio grazie all’intuito e alla lungimiranza di personalità come Roberto Ponzio, un nostro prodotto locale è diventato uno dei prodotti più rinomati al mondo facendo conoscere Alba ed il nostro territorio, diventati nel tempo una delle mete turistiche più visitate”.

La galleria, salotto cittadino a metà della via Maestra, fu l’antica sede in stile liberty delle Poste, con un’elegante copertura in vetro. Dopo la ristrutturazione ospitò gli uffici organizzativi della Fiera del Tartufo e fu sede del Mercato del Tartufo. Negli anni ’70 era chiamata “Centro Commerciale Galleria della Maddalena” ed ospitava numerose attività commerciali.

Il Mercato del Tartufo, aperto e regolamentato con ordinanza del Sindaco, venne trasferito dalla tettoia dell’attuale piazza Elvio Pertinace al complesso della Maddalena, trovando spazio, con diverse modalità e orari, sia nel cortile, dove ha sede ancora oggi, sia nella galleria. Nel 1975, il programma della Fiera diceva che il mercato si svolgeva nel cortile della Maddalena ogni martedì, giovedì e sabato, mentre nei giorni festivi, a partire dal 26 di ottobre, il mercato si svolgeva nella galleria della Maddalena.

Negli anni ’80 le contrattazioni avvenivano anche al sabato mattina, in concomitanza dell’antico mercato cittadino del centro storico. Al riparo, i trifolau scesi dalle colline sottoponevano alla contrattazione tra domanda e offerta i pregiati tartufi bianchi, conservati nei fazzoletti e riposti in teche provvisorie, mentre il profumo di tartufo invadeva la via Maestra.

La galleria è pertanto un luogo rappresentativo al ricordo di Roberto Ponzio, imprenditore nel campo della tartuficoltura, conquistatore di numerosi primi premi alle esposizioni di tartufi, come il “Gran Diploma d’Onore” che lo incoronò “Re dei tartufi di Alba” nel 1963, ponendolo con Giacomo Morra tra i promotori nel mondo del tartufo bianco e tra i consegnatari dei pregiati diamanti bianchi ai personaggi famosi.

Giulio Parusso, giornalista e storico locale, scrisse le sue memorie, pubblicate postume: “Un mondo affascinante e misterioso”, mentre il Comune di Alba gli assegnò nel 2006 un attestato di benemerenza per l’impegno speso nella promozione del tartufo bianco d’Alba.

Roberto Ponzio fu uno dei primi promotori della tutela dell’ambiente e delle tartufaie. Infatti, a lui sono intitolate la tartufaia didattica del Comune di Mombercelli e la tartufaia naturale Canai a Santo Stefano Roero.

[Foto di archivio della famiglia Ponzio]

 

Più informazioni su