Quantcast

Screening mammografico e Pap-test gratuiti tra le iniziative dell’Asl di Asti per Ottobre Rosa

Ottobre è ormai riconosciuto come il mese per eccellenza della salute “in rosa”. Un mese dedicato alla tutela della salute della donna e alla sensibilizzazione sull’importanza della prevenzione e degli screening periodici contro i tumori.

“Ottobre Rosa” è la campagna nazionale che ogni anno si propone di concentrare l’attenzione su questi temi. Per il 2021 l’Asl di Asti mette in campo alcune iniziative specifiche rivolte ai cittadini, con visite e consulenze gratuite. Appuntamenti di promozione della salute che rappresentano anche un passo avanti verso un graduale ritorno alla normalità dopo i mesi difficili della pandemia Covid, a cui si accompagna un segnale dal significativo valore simbolico: la scorsa notte l’Ospedale Cardinal Massaia si è colorato di rosa e verrà nuovamente illuminato tutte le prossime notti fino alla fine di ottobre.

Ecco le iniziative in programma:
DOMENICA 24 OTTOBRE, ORE 9-14
– Screening mammografico
rivolto prioritariamente alle donne tra i 40 ed i 44 anni in assenza di sintomi e che non abbiano effettuato mammografie nel corso dell’ultimo anno
Ospedale Cardinal Massaia di Asti – Reparto di Radiodiagnostica, piano -1
prenotazioni: 0141 486553, ore 9-12 e 13,30-15 (da lunedì 18 a giovedì 21 compreso)

– Pap-test ed eventuali consulenze
rivolto alle donne della fascia di età tra i 25 ed i 64 anni che non hanno aderito al programma di Prevenzione Serena
Consultorio Familiare – via Baracca 6, Asti
prenotazioni: 0141 482081, ore 8,30-15 (da lunedì 18 a venerdì 22 compreso), oppure via mail all’indirizzo consultoriofamiliare@asl.at.it (entro venerdì 22).

Tutte le iniziative sono gratuite e non occorre prescrizione medica. È però sempre necessaria la prenotazione ai recapiti indicati, in quanto gli accessi sono contingentati a causa delle limitazioni Covid.

“È ormai dimostrato come la prevenzione sia uno degli strumenti più efficaci per la tutela della salute delle persone – sottolinea il Direttore Generale dell’Asl At Flavio Boraso –. In questo momento di ripresa delle attività dopo l’emergenza Covid, ci tenevamo a organizzare iniziative di sensibilizzazione rivolte alla popolazione e nello specifico a tutela della salute femminile. Questo “Ottobre Rosa” è ancora in forma limitata, proprio a causa della pandemia e di tutte le difficoltà connesse, ma contiamo già per il prossimo anno di ampliare il calendario degli eventi in modo da coinvolgere un maggior numero di persone”.