Quantcast

Canelli, inaugurato il Centro per le Famiglie del C.I.S.A.-Asti sud “Luigi Terzo Bosca” fotogallery

Canelli ha un nuovo punto di riferimento per le politiche sociali nel territorio del sud astigiano. E’ stato inaugurato, infatti, nella palazzina dell’ex Pretura, il centro polifunzionale per le famiglie “Luigi Terzo Bosca”, che verrà gestito dal Consorzio socio – assistenziale C.I.S.A. – ASTI SUD e servirà come sede di riferimento per tutte le attività sociali nei confronti di minori e famiglie.

“E’ da tempo che aspettavamo una struttura come questa – ha affermato il direttore del C.I.S.A. Giuseppe Occhiogrosso – e da oggi potremo spostare qui alcune attività svolte dal consorzio, decongestionando gli uffici di Nizza e garantendo maggiore riservatezza e privacy per le nostre famiglie assistite”.
“In un periodo dove le politiche socio assistenziali sono al centro degli sforzi soprattutto a tutela dei soggetti più deboli come le donne e i bambini, il nostro territorio dà una risposta importante per svolgere al meglio i propri compiti in campo sociale”.

La palazzina, che si sviluppa su due piani, servirà per svolgere gli incontri in luoghi neutri tra i bambini e le loro famiglie di origine, attività di mediazione familiare e incontri di sostegno alla genitorialità. E’ presente inoltre un’area allattamento per le mamme e un’area gioco per bambini. Si terranno anche attività propedeutiche ed educative di accompagnamento nei confronti di famiglie fragili. “In un prossimo ampliamento della struttura stiamo pensando all’utilizzo di una sala conferenze e di laboratori lavorativi”.

“Grazie a questa riqualificazione dello stabile usciamo in maniera più forte dal periodo pandemico – spiega Matteo Massimelli, presidente del C.I.S.A. – doniamo al territorio un bene comune per svolgere attività indispensabili a tutta la cittadinanza”.
“E’ un passo in avanti importante per Canelli – questo il commento del sindaco Paolo Lanzavecchia – dobbiamo ringraziare la generosità della famiglia Bosca che ha creduto tantissimo in questo progetto, confermandosi da sempre vicina alla cittadinanza”.
“Si respira tanto amore in questa struttura – così Polina Bosca, che ha partecipato all’inaugurazione – questa struttura porta avanti l’eredità della mia famiglia, che ha sempre cercato di aiutare il prossimo”.

“La palazzina – ha spiegato Concetta Magnano, assistente sociale dell’area minori del C.I.S.A. – è stata concessa in uso gratuito da parte del Comune al Consorzio“. I lavori, durati circa un anno, sono stati finanziati dal C.I.S.A. – ASTI SUD, dalla società partecipata GE.S.S.TER., dal Comune di Canelli e dalla ditta Bosca, per un totale di circa 50mila euro tra interventi di ristrutturazione edilizia e per spese di arredamento.