Quantcast

Anche ad Asti il flash mob dei giovani di Servizio Civile

Nel pomeriggio di mercoledì 6 ottobre il Sindaco Maurizio Rasero, e le Assessore alle Politiche Sociali e Volontariato Mariangela Cotto e alle Politiche Giovanili Elisa Pietragalla hanno salutato gli operatori volontari del Servizio Civile che si sono incontrati in Piazza Cattedrale ad Asti per il flash mob organizzato dal TESC – Tavolo Enti Servizio Civile Regione Piemonte – in collaborazione con il Comune di Asti ente accreditato Tesc.

“Ciò che si è voluto sottolineare con questo evento – spiegano dal Comune di Asti – è come il Servizio Civile sia presente e più che mai importante nella società e nelle comunità del territorio astigiano e non solo. Il senso che si è voluto dare è quello di affermare il carattere di difesa non armata e non violenta del Paese e, più in generale, di uno stile nonviolento che vuole contraddistinguere l’agire quotidiano degli operatori volontari. Per questo il flash mob è stato intitolato “NONVIOLENZA: UN’UTOPIA CONCRETA”.”

Obiettivo dell’iniziativa è stata la valorizzazione delle esperienze dei tanti progetti di servizio civile evidenziando la disponibilità di tantissimi giovani che anche in questi difficili mesi di emergenza sanitaria si sono messi a servizio della collettività. Una giornata in cui mostrare il potere dell’opposizione pacifica come vero e proprio metodo di lotta politica, che ha per mezzo principale il rifiuto di atti offensivi, di qualunque genere.

In contemporanea al flash-mob svoltosi in piazza Cattedrale ad Asti l’evento è stato svolto dagli Operatori Volontari degli enti aderenti al Tesc presenti a Torino in Piazza Castello.
Nei giorni precedenti all’evento una rappresentanza degli OV di Asti e Torino si è incontrata presso i locali dei salesiani di Torino per creare la sequenza dei gesti del flash-mob durante assegnando un particolare significato ad ogni singolo gesto.

Il Sindaco Rasero e gli Assessori Cotto e Pietragalla insieme all’ufficio Servizio Civile del Comune di Asti hanno aggiunto di essere “particolarmente orgogliosi e fieri che il Tesc abbia scelto la città di Asti come sede di questo evento sottolineando l’impegno dei ragazzi e delle ragazze nello svolgere le loro attività quotidiane. Il Servizio Civile Universale, portando avanti valori fondanti come la solidarietà, la nonviolenza, l’educazione alla pace e alla cittadinanza attiva, si dimostra ancora una volta un’esperienza formativa concreta e attualizzabile anche in questi periodi complicati.”

flash mob tesc

Foto di Elisa Pietragalla