Quantcast

Al cimitero di Villafranca d’Asti prime dispersioni di ceneri nella nuova area attrezzata per la cremazione

Prime dispersioni di ceneri dei defunti nel cimitero comunale di Villafranca d’Asti: una possibilità offerta per chi sceglie la cremazione. Lo spargimento delle ceneri, per le prime due persone scomparse, è avvenuto nel “luogo del ricordo”, un’area appositamente individuata e attrezzata dal Comune.

Si tratta di un piccolo spazio pavimentato, con seduta angolare per i visitatori, al centro del quale è collocata una conca con fontanella attraverso cui vengono disperse le ceneri nel terreno. Presto i primi due defunti saranno ricordati con targhette in ottone (riporteranno nome, cognome, data di nascita e morte) su una lastra in cui compare la scritta: “Io affido le mie ceneri alla natura che le ‘userà’ per rifiorire in un eterno ritorno“. Una pianta di ortensia sempreverde abbellisce la piccola area, situata al centro di un prato nella parte nuova del cimitero.

Il sindaco Anna Macchia ricorda l’attenzione sulle cremazioni e sulla dispersione delle ceneri che si è andata manifestando a Villafranca e in Valtriversa negli ultimi anni: “Le modalità di utilizzo del ‘luogo del ricordo’ – spiega – sono indicate in un apposito regolamento approvato dal Consiglio Comunale e consultabile in Municipio. Gli uffici sono a disposizione per fornire informazioni e chiarimenti“.

Gli interessati potranno scrivere all’indirizzo mail info@comune.villafrancadasti.at.it per prendere contatto o porre quesiti. Ai fondi stanziati dal Comune per realizzare il “luogo del ricordo” si è aggiunto il contributo dei coniugi Enrica Campia e Maurizio Andreetta che hanno offerto le pietre di rivestimento.