Quantcast

A Mombaruzzo inaugurata la lapide in ricordo del comandante partigiano Piero Boidi fotogallery

Domenica 17 ottobre è stata inaugurata a Mombaruzzo la lapide in ricordo del comandante partigiano Piero Boidi, medaglia d’argento al valor militare, ucciso dai fascisti il 20 ottobre 1944 nel luogo in cui è stata posta la lapide.

La cerimonia, molto partecipata, è stata guidata da Gilberto Marengo, che ha mano a mano invitato a parlare i rappresentanti dei vari enti che hanno aderito alla manifestazione, primo atto della Settimana della Memoria Piero Boidi. Si sono succeduti al microfono Giovanni Spandonaro, Sindaco di Mombaruzzo, Piervittorio Ciccaglioni, Assessore del Comune di Alessandria, Paolo Monticone, presidente dell’Anpi di Asti (che ha donato la lapide), Roberto Rossi, presidente dell’Anpi di Alessandria, Laura Trinchero, dell’Azione Cattolica diocesana di Acqui Terme, Mauro Rivera, cugino del Boidi, del quale ha letto un paio di poesie, Massimo Branda, di Memoria Viva Canelli, e Carlo Satragni.

Tutti gli interventi hanno avuto quale denominatore comune l’attualizzazione dell’esempio e della figura di Piero Boidi, uomo che all’interesse individuale ha anteposto quello collettivo, fino a sacrificare la propria vita per il bene comune. L’orazione ufficiale è stata tenuta da Mario Renosio, direttore scientifico dell’Istituto di Storia della Resistenza di Asti, che, dopo aver inquadrato il sacrificio di Boidi all’interno della storia della Repubblica Partigiana dell’Alto Monferrato, ha ricordato come negli anni della Resistenza e dell’immediato dopoguerra persone di forze politiche e di ideologie diverse seppero collaborare prima contro il comune nemico e poi per gettare le basi della nuova Repubblica Italiana Queste persone seppero scrivere insieme la nostra Costituzione nel momento stesso in cui la lotta politica era più aspra, scordando i dissidi in nome del bene del Paese. Non sono ovviamente mancati, per contrapposizione, i riferimenti ai gravi fatti di questi ultimi giorni.

Il gruppo ANA di Bruno e il coro Le Vie del Canto di Genova hanno contribuito ad animare il momento solenne della scopertura della lapide, sotto la quale erano state riposte la foto di Boidi con la medaglia d’argento e il documento di attribuzione della medaglia stessa.

Sulla lapide, le parole del poeta Giuseppe Ungaretti: Qui vivono per sempre gli occhi che furono chiusi alla luce perché tutti li avessero aperti per sempre alla luce.”

Al termine, è stata celebrata una Messa di suffragio in memoria di Boidi.

Nel pomeriggio, nel cortile dell’ex Asilo San Luigi, Vittorio Rapetti, Dionigi Clemente e Massimo Branda hanno inaugurato la mostra “Dalla Resistenza alla Costituzione – Protagonisti, idee e principi base – Donne per la prima volta al voto“. Si tratta di una mostra curata dall’Associazione Memoria Viva Canelli e dall’Azione Cattolica di Acqui che dal 2016 ha molto girato l’Italia, ottenendo il plauso della Presidenza della Repubblica e della Regione Piemonte. Dopo una presentazione del professore Vittorio Rapetti, che ha ripercorso l’iter di approvazione della Costituzione e illustrato i contenuti della mostra, il numeroso pubblico presente ha potuto visitare la mostra, sistemata all’interno dell’ex-asilo.

A seguire, Paolo Enrico Archetti Maestri (voce e chitarra elettrica) e Chiara Giacobbe (violino e voce) degli Yo Yo Mundi si sono esibiti, davanti a un folto pubblico appassionato, in “Canzoni Resistenti”, uno spettacolo teatrale di canzoni e parole dedicato agli anni di “lotta e speranza” che hanno portato alla Liberazione.

La Settimana della Memoria prosegue
Nel corso della settimana in corso, sarà possibile visitare la mostra Dalla Resistenza alla Costituzione nel seguente orario: tutti i giorni dalle 15,30 alle 18,30. Per altre visite telefonare per accordi al 328 664 7576.
Domenica 24 ottobre 2021, alle ore 15,30, nel salone ex Asilo san Luigi, le celebrazioni si concluderanno con la musica del Costanza Bellugi Duo, dei Tassi d’ Irlanda e di altri ospiti.

Hanno aderito al Comitato organizzatore della Settimana della Memoria Piero Boidi l’ANPI di Asti e Alessandria, l’Associazione Memoria Viva Canelli, l’Azione Cattolica diocesana di Acqui, gli Istituti per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti e di Alessandria. L’evento è realizzato col Patrocinio e il sostegno economico del Comune di Mombaruzzo e grazie alla collaborazione di Oddino Impianti e all’attività di numerosi volontari

Per le manifestazioni al chiuso sarà necessario il green pass, in caso di maltempo, gli eventi previsti all’aperto si terranno al chiuso.