Quantcast

A Belveglio le testimonianze del nuovo libro “Io c’ero” di Laura Nosenzo e Loredana Dova foto

Io c’ero. Cinquantuno storie dal fascismo alla liberazione: il libro scritto da Laura Nosenzo e Loredana Dova (coeditato dalla Provincia di Asti e Araba Fenice), sarà presentato a Belveglio sabato 23 ottobre alle ore 16.30. Nella suggestiva cornice della Confraternita di San Giorgio.

Loredana Dova dialogherà con Mario Renosio (direttore scientifico dell’ISRAT) insieme ad alcuni testimoni, i cui ricordi personali fanno parte delle 51 storie raccolte dalle due autrici nel corso di un anno di lavoro. L’attore Mario Delaude leggerà le storie di Giuseppe Bertolino (bambino durante la guerra), Piera Adorno (il padre Fiorino fu internato in Germania), Laurana Lajolo (che ha raccontato particolari inediti della vita di suo padre Davide, Ulisse, capo di stato maggiore Raggruppamento VIII e IX Divisione Garibaldi del basso Monferrato), Roberto Massimelli, (figlio del partigiano Nestore, commissario VIII Divisione Garibaldi) e Paolo Renosio (che, ragazzino, scampò due volte ai rastrellamenti nazifascisti).

Durante la serata non mancheranno riferimenti inediti ad altri personaggi che hanno vissuto la Resistenza nella zona di Belveglio.
L’appuntamento è organizzato dal Comune e dalla biblioteca civica. L’ingresso è libero, richiesto green pass o tampone negativo. Durante la serata sarà possibile acquistare il libro (17 euro), alla cui promozione collabora l’Associazione Memoria Viva di Canelli.

libro io c'ero - loredana dova/laura nosenzo