Quantcast

Volti canellesi nel nuovo video di Aido Piemonte per diffondere la cultura della solidarietà e del dono

E’ online sui canali social di AIDO Piemonte, un video dal titolo “Non vedo l’ora di abbracciarti”, per promuovere e diffondere ancora di più la cultura della solidarietà e del dono.

I volontari di Aido Piemonte ha scelto di raccontare per immagini alcune storie di chi, proprio grazie a un trapianto d’organo, ha potuto proseguire nella propria vita a inseguire i propri sogni.
Si inizia con Stefano, giovane batterista che si è trovato a fare i conti con un trapianto di cuore, e si prosegue con Nadia El Gharbawy, volontaria AIDO canellese ed infermiera in reparto dialisi che quotidianamente si trova a lavorare e supportare pazienti in attesa di trapianto. Presente anche il vice presidente vicario di Aido Regione Piemonte Fabio Arossa, già presidente del Gruppo Comunale di Canelli per due mandati.

Le riprese sono state effettuate da Ares Films, nei locali del Sermig di Torino. In queste settimane una nuova campagna di comunicazione e di sensibilizzazione sta prendendo piede (anche grazie alla collaborazione istituzionale della Regione, oltre a quella già in essere con il Comune di Torino), proprio per sensibilizzare le persone a un gesto di amore e di vita, anche quando la vita sembra finire. Un tema sempre attuale, ma che il 26 settembre lo sarà ancora di più, visto che in tutta Italia sarà celebrata la Giornata Nazionale Aido.

“Si ringraziano gli sponsor che hanno sposato e supportato il progetto – è il commento di Aido – Cattolica Assicurazioni, BBBell. Tra questi anche due realtà astigiane: la Banca di Asti e la ditta enologica ENOS. Si ringrazia la band “Eugenio in Via di Gioia” per aver donato i diritti del brano musicale, la Regione Piemonte ed il Consiglio Regionale del Piemonte per il patrocinio insieme agli Stati Generali Benessere e Salute. Un grazie ad ARES Film e Aido Piemonte”.

Clicca QUI per vedere il video.