Quantcast

Trasporti pubblici e parcheggi a pagamento: rinnovato l’accordo tra Comune di Asti e Asp

E’ stato rinnovato nei giorni scorsi tra il Comune di Asti e Asp il contratto relativo ai “servizi alla mobilità”, che comprende il servizio del trasporto pubblico urbano e la gestione della sosta a pagamento, valido fino al settembre 2024.

A comunicare il rinnovo dei servizi effettuati dalla multiutility sul territorio astigiano, sono il sindaco Maurizio Rasero, con l’assessore Renato Berzano, e il presidente di Asp Fabrizio Imerito, con l’mministratore delegato Giuseppe Cagliero. Asp impiega 40 autobus sul territorio astigiano, garantendo ai passeggeri comfort e sicurezza, riservando particolare attenzione al rispetto delle norme anti contagio da Covid-19.

In particolare, sei linee nei giorni feriali e due nei festivi, assicurano il collegamento tra le varie zone della città, cui si vanno ad aggiungere tredici linee frazionali per il collegamento tra concentrico e frazioni, oltre agli autobus dedicati agli studenti.

Pur operando con senso di continuità rispetto ai servizi già erogati, l’attività della Società è orientata alla ricerca del costante miglioramento sul piano della soddisfazione dell’utente, degli standard produttivi e del rispetto del territorio. Da questo punto di vista, l’impegno di Asp nell’efficientare il servizio si concretizzerà nel 2022 attraverso l’acquisto di 6 nuovi autobus destinati alle linee frazionali.

Il nuovo contratto di servizio ha inoltre confermato in capo ad Asp le gestioni della sosta a pagamento nei circa 3.700 stalli blu presenti nella città di Asti e della rimozione forzata dei mezzi.