Quantcast

“The A Academy”: ad Asti Artom, Alfieri e Monti salutano il nuovo anno scolastico con un evento speciale

Anche quest’anno l’Istituto Artom di Asti ha deciso di salutare il nuovo anno scolastico con un evento speciale che è stato presentato questa mattina presso la sede della scuola dal dirigente scolastico Franco Calcagno, insieme ai colleghi Stella Perrone e Giorgio Marino, rispettivamente Dirigenti dell’Istituto Alfieri e dell’Istituto Monti, che hanno risposto all’invito dell’Artom di collaborare all’iniziativa.

Lo scorso anno – ha spiegato Calcagno – organizzammo un concerto per l’avvio dell’anno scolastico ma furono talmente tante le difficoltà che pensammo di non farlo più. Ma poi ci abbiamo ripensato, come mondo della scuola vogliamo fare qualcosa per la comunità e dunque quest’anno verrà riproposta una serata speciale, che non si può definire un concerto, ma un evento. Sarà un evento, non uno spettacolo, organizzato da noi, dal personale della scuola che però è altamente qualificato anche al di fuori del lavoro nel mondo scolastico”

L’obiettivo dell’Artom era coinvolgere anche altre scuole astigiane e all’invito hanno risposto l’Istituto Monti e l’Istituto Alfieri di Asti: sarà dunque una serata organizzata a sei mani quella in programma venerdì 24 settembre alle 21 dal titolo “The A Academy”, ospitato dall’Artom Park, in via Romita.

artom

The A Academy: A come Artom, A come Asti e tre scuole che desiderano proporre un saluto alla comunità educante. Un anno che ci chiede di essere protagonisti nel ricucire, nel riconnettere, creare legami e momenti di socializzazione. Il percorso sarà incentrato sul “C’era una volta… in Asti”. Un percorso su passato, presente e futuro che racconta la realtà con creatività: Asti,
il suo territorio, il lavoro, l’arte e le nostre scuole per salutare l’anno scolastico passato e accogliere l’anno che verrà.

Programma:
ore 20.45 Accoglienza partecipanti
ore 21.10 Saluti autorità
ore 21.20 Inno Mameli
ore 21.25 Inizio spettacolo
ore 21.30 Istituto Artom “Industriamoci”
ore 22.00 Liceo Alfieri “ArtisticaMENTE”
ore 22.30 Liceo Monti “L’Istituto A. Monti tra passato e futuro”
ore 22.50 Chiusura Musica di insieme brano “HALLELUJAH”

Più nel dettaglio ecco cosa presenteranno i tre Istituti. “INDUSTRIAMOCI” a cura dell’I.T.I.S. “A. Artom”: un viaggio dalla campagna agricola, attraverso il “Museo Industriamoci”, (con ospiti e testimonianze) a quella turistica, patrimonio Unesco, accompagnato dal Quartetto musicale dell’Istituto; “ArtisticaMENTE” a cura del Liceo Artistico “B. Alfieri”: pennellate poetiche (“Fantasie sull’acqua” dedicate a Paolo Conte e all’astigiano) che spaziano dal repertorio musicale popolare con tema i paesaggi monferrini a brani conosciuti e ormai famosi, fino alla danza come arte inclusiva dei repertori rappresentati; “L’ISTITUTO “A. MONTI” TRA PASSATO E FUTURO” a cura del Liceo Musicale “A. Monti”: uno spaccato di storia della nostra città, un luogo militare, sociale, ricreativo e infine formativo, accompagnato da brani eseguiti dagli studenti del Liceo Musicale.
L’evento ha il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Asti, della Provincia di Asti e del Comune di Asti.

Per scaricare la locandina con le modalità per registrarsi all’evento clicca qui -> invito a academy

Poiché i posti a sedere saranno limitati in ottemperanza alla normativa covid, sarà in diretta su Facebook e YouTube, per permettere a tutti quelli che lo desiderano di essere presenti e di inviarci i loro commenti e “like”. Si può accedere al canale Youtube ISTITUTO A. ARTOM – ASTI oppure alla pagina Facebook ITIS A.ARTOM per seguire l’evento.
Un contributo coreografico e storico all’evento sarà offerto dal Comitato Palio S. Silvestro, rione a cui l’Istituto padrone di casa appartiene, che presenzierà con figuranti in costume.
Un ringraziamento speciale al Rotary Club Asti, Distretto 2032, sempre sensibile e attivo nei confronti del mondo scolastico e formativo e al Maestro Ottavio Coffano, che ha realizzato
appositamente per l’evento il disegno che racchiude lo spirito dell’evento e il nostro sentirci astigiani.