Quantcast

Presentati ad Asti il sito web del Distretto del Mastodonte e i prossimi passi verso la costituzione

Questa mattina, mercoledì 8 settembre, presso la sala consigliare della Provincia di Asti si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del sito web del Distretto del Mastodonte.

Con il presidente della Provincia, Paolo Lanfranco, a fare gli onori di casa sono intervenuti alla conferenza stampa Anna Macchia, sindaco di Villafranca, Comune capofila del progetto, Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte, Giovanni Fontana, manager del Distretto, Laura Nosenzo, ideatrice, con Chiara Greco, del sito web in rete dall’8 settembre e Bruno Colombo, presidente dell’Unione Collinare Valtriversa. Presenti anche i sindaci dei comuni coinvolti nel distretto.

Il Distretto del Mastodone (il cui nome esteso è Distretto diffuso del commercio della Valle Triversa – La Valle del Mastodonte) è il primo a mettere in rete il sito prima ancora della costituzione ufficiale, che dovrà avvenire entro fine ottobre.
Il sito web www.valledelmastodonte.it è stato ideato da Laura Nosenzo e Chiara Greco, nell’home page a fianco del nome Distretto diffuso del Commercio Valtriversa – La Valle del Mastodonte sono state inserite le fotografia con l’alternanza di volti sorridenti di operatori commerciali del territorio e scorsi dei paesaggi dei comuni coinvolti che, dai dodici fondatori iniziali (Baldichieri, Cantarana, Castellero, Cortandone, Dusino San Michele, Ferrere, Monale, Montafia, Maretto, Roatto, San Paolo Solbrito e Villafranca, capofila del progetto) sono passati a 14 con i recenti ingressi di Cantarana e Valfenera.

Molte le informazioni contenute nel sito dalla descrizione del Distretto, a quella della Valtriversa, dalla storia del Mastodonte che da il nome al distretto ai promotori e ai partner, dalla descrizione dei quattordici comuni a quella dei protagonisti. E ancora una sezione speciale dedicata alle attività aperte da 50 anni oltre, all’elenco dei mercati settimanali e a cosa offre il territorio. Non potevano mancare i loghi della Regione Piemonte, dei quattordici comuni del distretto e dei due partner stabili: Confcommercio Asti e Confersercenti Alessandria.
Grande importanza al “Piano di azione per il territorio” che prevede le seguenti sezioni
– Promozione dei prodotti locali
– Nuovo punto vendita in uno spazio commerciale sfitto
– Potenziamento del turismo
– Calendario unificato degli eventi
– Mercato contadino a km zero
– Piattaforma di vendita online dei prodotti
– Corsi di formazione per i commercianti
– Comunicazione e logo
– Visite guidate alle botteghe storiche
– Valorizzazione dei fossili e del Villafranchiano
– Politiche condivise per nuovi insediamenti commerciali e logistici
– Sito web del Distretto
– Sagra itinerante della Valtriversa
– Sviluppo di percorsi ciclopedonali
– Dehors uguali in tutti i comuni
Spazio anche alle notizie, al taccuino con gli appuntamenti che porteranno alla costituzione del distretto e alla rassegna stampa.

Intanto prosegue il programma delle attività per la costituzione dell’organismo entro la fine di ottobre, con i sindaci che hanno deciso di riaprire le manifestazioni di interesse, già arrivate a 146: gli operatori economici (commercianti, artigiani, titolari di b&b e agriturismi, ecc.) avranno tempo fino alle ore 12 del 10 settembre per segnalare l’adesione al Distretto e sottoscrivere il modulo di partecipazione. Quest’ultimo è scaricabile dal sito del Comune di Villafranca (www.comune.villafrancadasti.at.it) e dovrà essere consegnato al Comune di residenza, o inviato via mail, con un documento di identità.

E’ stato definito anche il programma ed il calendario del corso riferito alla formazione dei “Manager di Distretto” moduli 1-2 della durata di 50 ore. La scheda di adesione, dovrà essere compilata dal partecipante ed inviata al seguente indirizzo mail: formazionedistretti@ascom.at.it entro oggi, mercoledì 8 settembre 2021 (per tutte le informazioni clicca qui —->>>> https://www.comune.villafrancadasti.at.it/it/news/formazione-distretti-del-commercio-manager-di-distr)
Al termine del percorso formativo dei moduli verrà rilasciato un attestato di frequenza per la certificazione delle competenze.