Quantcast

La rassegna “senzasipario” promossa: il bello di stare insieme tra le storie  

Ottima accoglienza della rassegna del SEA delle Colline Alfieri terminata dopo 13 appuntamenti

Più informazioni su

Tempo di bilanci per “senzasipario”, la rassegna itinerante che tra luglio e settembre ha portato letture, teatro e musica sulle Colline Alfieri.

Tredici appuntamenti per otto paesi, che hanno messo a disposizione luoghi all’aperto di particolare attrattiva, nel cuore dei centri storici come sulle sommità di colline trasformate in belvedere: Antignano, Celle Enomondo, Cisterna, Revigliasco, San Damiano, San Martino Alfieri, Tigliole, Ferrere.

Per Mario Nosengo (Arte & Tecnica), direttore artistico della rassegna, il risultato è positivo: “Si è formato un pubblico fidelizzato che ci ha seguiti con attenzione e affetto di paese in paese. I Comuni ci hanno offerte un’ospitalità vera perché hanno creduto nel progetto del SEA e nel cartellone: è stato davvero un grande stimolo”.

Il Servizio Emergenza Anziani (SEA) delle Colline Alfieri ha ideato la manifestazione nel solco di una lunga e articolata tradizione finalizzata a valorizzare la terza età come parte attiva della società, offrendo alle persone occasioni per riflettere e stare insieme. Una scelta premiata al di là delle aspettative: nel pubblico si sono visti anche i giovani.

Vivere al meglio: questa è la parola d’ordine dei nostri progetti e dunque anche di ‘senzasipario’: un obiettivo che ci diamo e che consegniamo a chi è in fase di invecchiamento, ma vuole continuare a coltivare spazi vitali – dice Happy Ruggiero, motore del SEA, molto applaudito nel saluto finale a San Damiano – La rassegna ha dimostrato che ci piace stare insieme, anche in periodi difficili come quello segnato dal Covid, e volerci bene”.

Finalità condivise dalla Regione Piemonte (Direzione Sanità e Welfare), che ha sostenuto la manifestazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Strutturato con proposte e atmosfere differenti, il cartellone ha offerto agli spettatori un momento particolarmente emozionante con la coincidenza della presa dell’Afghanistan da parte dei talebani e lo spettacolo di Stefano Sabelli “Le vie del Buddha” andato in scena a San Martino Alfieri.

Chiusa la rassegna, la magia delle parole fatte circolare dal SEA proseguirà con il progetto Liber&storie, di cui è referente Mirella Torta, e altre iniziative perché le letture tra la gente continuino a risvegliare ricordi, buoni propositi, voglia di essere e di fare.

Nella foto:  Happy Ruggiero (a sinistra), Mario Nosengo, Mirella Torta al debutto di “senzasipario” con Francesco Visconti e Lorenzo Morra

Più informazioni su