Quantcast

La Fiera del Rapulè di Calosso ritorna, tra i colori d’autunno

Dopo un anno di sosta per via dell’incertezza da pandemia, ecco la bella notizia: la Fiera del Rapulé nel 2021 ritornerà per animare il centro storico di Calosso da venerdì 15 a domenica 17 ottobre.

Dopo l’estate nel segno di “Calosso c’è”, l’Amministrazione Comunale guidata da Pierfrancesco Migliardi ha dato il via libera a quella che sarà un’edizione ovviamente diversa, ridotta nei numeri, ma nel segno della qualità. Ritorneranno ad aprirsi i crotin, ritorneranno a sentirsi i profumi del vino dei produttori locali, e quelli delle prelibatezze cucinate dalla pro loco e dai ristoratori di Calosso. Tornerà la musica, insieme ad importanti momenti culturali.

Quella del 2021 sarà una Fiera del Rapulé contingentata, secondo le normative anticovid in vigore, con prenotazioni obbligatorie online e a numero chiuso, e si potrà accedere solo con il green pass.
“Abbiamo deciso di fare il Rapulé in versione ridotta – ci spiega il sindaco – su prenotazione, con la presentazione del green pass rispettando tutte le richieste della autorità competenti e prevendendo tutte le disposizioni contro gli assembramenti. Ma la connotazione della Fiera del Rapulé sarà sempre legata ad esaltare cibo e vini del territorio, si svolgerà su tre giornate e, anche se in forma ridotta, la tradizione è sempre la stessa.” E mentre sta prendendo forma il programma, il Primo Cittadino ci dà qualche anticipazione: “La Fiera comincerà con l’inaugurazione della restaurata Chiesa Evangelica che ospita la mostra “Identità Future”. Seguirà una tavola rotonda e alla sera, nel parco del Castello se il tempo lo permetterà, un concerto di Alessandro Haber e Giorgio Conte.”
In attesa che tutto il programma venga definito, maggiori informazioni sono disponibili sul sito -> Fiera del Rapulé