Quantcast

Friday For Future, anche ad Asti gli studenti in piazza contro i cambiamenti climatici fotogallery

Anche Asti si è unita al Global Climate Strike organizzato dal movimento Fridays For Future in numerose piazze italiane: il corteo, partito da Piazza Statuto ha visto la presenza di numerosi studenti astigiani.
Temperatura globale in costante aumento, innalzamento continuo del livello del mare, fusione dei poli e conseguente rilascio di gas tossici, queste alcune delle motivazioni che hanno spinto gli studenti a scendere nelle strade.

Abbiamo un gruppo locale con attivisti pronti a curare la parte organizzativa ma per noi Fridays For Future è un movimento che nasce dalle piazze. Siamo qui per dire le stesse cose che dicevamo due anni fa, ma lo facciamo con più rabbia, perché fino ad adesso siamo rimasti inascoltati. Le classi dirigenti non ci prendono in considerazione e lo stesso ministro della transizione ecologica fa scelte e considerazioni contraddittorie e molto lontane da una politica per l’ambiente. Anche qua ad Asti i nostri appelli sono caduti nel vuoto, nemmeno la DEC (dichiarazione di emergenza climatica) è stata firmata. Questo sciopero è organizzato anche in vista della COP26 che si terrà a Milano dove si decideranno le sorti del nostro futuro, vogliamo far sentire in modo più forte possibile la nostra voce. E’ l’ultima occasione per cambiare rotta.” dichiara Francisco Palacio, uno degli organizzatori della manifestazione.

Il corteo è iniziato in Piazza Statuto per poi continuare su corso Alfieri, passando sotto il Liceo Classico Alfieri e Liceo Monti dove gli studenti si sono uniti gridando a gran voce alcuni degli slogan della manifestazione.