Quantcast

Asti, operativo il Centro Documentale dei Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte

L’Associazione dei Paesaggi Vitivinicoli ha promosso la realizzazione di un Centro Documentale per l’assistenza culturale di studiosi e turisti. Obiettivo: la rifunzionalizzazione dei locali esistenti all’interno dell’attuale Palazzo della Prefettura, in piazza Alfieri 30 ad Asti, sede sociale dell’Associazione.

L’edificio in cui essi si collocano venne co-progettato dall’Arch. Mario Passanti (1958-61), architetto e professore universitario presso il Politecnico di Torino, già autore di altri importanti edifici pubblici quale il Palazzo Uffici Tecnici del Comune di Torino.

In seguito ai lavori di ristrutturazione che hanno coinvolto la Sede Sociale di Asti dell’Ente gestore del sito UNESCO dei Paesaggi Vitivinicoli, e grazie ai contributi della legge 77/2006 del Ministero della Cultura e delle Associazioni delle Fondazioni Bancarie del Piemonte che hanno finanziato gli stessi, il Centro Documentale dell’Associazione dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe Roero e Monferrato, è ora operativo.

Lo scopo del Centro Documentale è di mettere a disposizione di scuole, cittadini, ricercatori, turisti, uno spazio accogliente e funzionale per la raccolta e la consultazione di materiale e cartaceo e digitale sui temi dei Paesaggi Vitivinicoli: storia e cultura del territorio, letteratura locale, Piemonte in senso ampio, enologia e viticoltura, UNESCO e normativa, tesi inerenti al paesaggio. Il Centro è infatti dotato di una sala consultazione con biblioteca specializzata e computer, di una sala uffici e di una sala convegni e riunioni.

Lo spazio risulta utile in particolar modo a insegnanti, giovani delle scuole e a tutti coloro interessati alla ricerca e la condivisione di conoscenza, per i quali è attivo per la consultazione e per momenti divulgativi e di dialogo sulle tematiche legate alla custodia del patrimonio del sito UNESCO dei Paesaggi Vitivinicoli in cui è immerso e di cui la comunità tutta è, assieme all’Associazione, responsabile.

In conclusione, il Centro Documentale offre, con uno sguardo aperto ai cittadini, un luogo di scambio culturale in cui scoprire e raccontare il territorio multiforme di Langhe-Roero e Monferrato.

“Un intervento importante che permette la riapertura della sede sociale e che come centro di documentazione digitale e bibliografico consentirà a molti studenti e visitatori della nostra sede di conoscere e approfondire la loro conoscenza del sito UNESCO di Langhe Roero e Monferrato” commenta il presidente dell’Associazione Gianfranco Comaschi.

Per momenti di consultazione e condivisione nei locali del Centro Documentale, contattare l’Associazione via email all’indirizzo : info@paesaggivitivinicoliunesco.it