Quantcast

Alla scoperta di MetaTrader: ecco perché è una delle piattaforme di trading del momento

Più informazioni su

Il settore del trading online si sta caratterizzando sempre più come uno degli ambiti nei quali l’innovazione tecnologica può dare un grande contributo. I trader migliori, infatti, sia professionisti che non, sono soliti utilizzare sofisticati programmi che, basandosi sull’intelligenza artificiale, riescono ad automatizzare e rendere molto più semplici alcune operazioni. La piattaforma più famosa e utilizzata è MetaTrader, la quale, pur essendo proposta da svariati broker di trading online, rimane un programma cosiddetto “neutro”. Il settore degli investimenti finanziari sta vivendo un vero e proprio boom e sono moltissimi gli utenti che si avvalgono di questo programma per analizzare i grafici e pianificare le transazioni.

Vero e proprio leader di mercato, MetaTrader è riuscito a imporsi negli anni fino a diventare un punto di riferimento per i trader più esperti; pur non essendo un programma semplice da utilizzare (principalmente a causa delle numerose funzionalità che offre), il suo uso è imprescindibile per chiunque voglia cimentarsi seriamente nel mondo degli investimenti online. Vista la sua importanza, è consigliabile quindi impararne almeno le basi: a tal proposito, il sito Tradingonline.com offre un tutorial su MetaTrader pensato apposta per chi desidera approfondire la piattaforma.

Cos’è MetaTrader e perché utilizzarlo

MetaTrader è il nome di una piattaforma messa a disposizione dai più importanti broker internazionali ma indipendente rispetto ad essi, che consente di interfacciarsi con il mercato finanziario pianificando le operazioni e gli investimenti. Attraverso di esso è possibile automatizzare numerosi passaggi, avvalersi di un potente strumento per la lettura dei grafici, programmare gli script e anche integrare i segnali di trading che arrivano da software esterni. A prima vista può sembrare un software complicato da usare, e sicuramente a un neofita potrà incutere un po’ di soggezione, tuttavia si tratta di un aiuto potente e irrinunciabile che vale la pena di studiare.

Nella sua versione standard questa piattaforma offre già numerose funzionalità utili soprattutto per quanto riguarda la parte di analisi tecnica (in particolare indicatori e oscillatori), tuttavia è anche possibile aggiungere degli strumenti integrativi sfruttando il market del programma. MetaTrader utilizza un linguaggio di programmazione proprio chiamato MQL, ma anche chi non dovesse possedere particolari abilità informatiche può comunque avvalersi degli script elaborati da altri professionisti. Inoltre la piattaforma è molto flessibile e permette di integrare i segnali di trading esterni a esso oppure la copia delle posizioni aperte o chiuse da altri investitori in un’ottica di Social e Copy trading.

MetaTrader 4 o 5: quali sono le differenze

MetaTrader è disponibile in due versioni, la 4 e la 5, diverse e non compatibili fra loro; in genere i vari broker non offrono l’opzione di poter passare da una tipologia di piattaforma all’altra, quindi è importante valutare questa caratteristica prima di aprire un conto. La versione “storica” di MetaTrader è la 4, ampiamente utilizzata dalla maggior parte degli investitori sebbene sia stata superata dalla 5.

Quest’ultima, infatti, consente alcune funzionalità aggiuntive come, ad esempio, la possibilità di organizzare i time fame del grafico secondo le proprie preferenze e di vedere la depth of market del broker. Inoltre, un’altra differenza non da poco tra MetaTrader 4 e 5 risiede nel fatto che per la prima non vi è più la possibilità di usufruire dell’assistenza tecnica. Ciò significa che se si dovesse riscontrare qualche problema si dovrà fare affidamento solo sulla community della piattaforma. Tuttavia sarebbe errato ritenere MetaTrader 4 una versione sorpassata e ormai obsoleta: in realtà essa continua ad essere sfruttata da molti utenti sebbene metta a disposizione meno strumenti rispetto al nuovo software.

Più informazioni su