Quantcast

A Vinchio la presentazione del volume di poesie “Canti della natura” a cura di S.E. Cardinale Giovanni Lajolo

Venerdì 20 agosto 2021, ore 21, a Vinchio in Piazza S. Marco verrà presentato il volume di poesie di S.E. Cardinale Giovanni “Canti della natura” a cura di Associazione culturale Davide Lajolo, Comune di Vinchio, Proloco e Cantina Vinchio Vaglio Serra. Dialogheranno con il Cardinale Giovanni Lajolo don Ivano Mazzucco e Laurana Lajolo. Domenico Bussi, Giulio Ghione e Luigina Rondoletti leggeranno qualche brano poetico. Concluderà l’incontro il rinfresco a cura della Proloco e della Cantina Vinchio vaglio Serra.

Il Cardinale ha mantenuto un rapporto affettivo molto forte con le origini della sua famiglia e con Vinchio, dove trascorre le sue ferie d’agosto. Giovanni Lajolo è stato nominato Cardinale dal 2007 e ha ricoperto diversi uffici apicali della Santa Sede sotto i pontificati di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Molte le sue pubblicazioni: le opere più recenti sono “Lettere alle amiche”(2014), “Una Chiesa tra sfide e speranze”(2014), “Inviti a casa mia” (2015), “Chi è Gesù” (2017), “Racconti evangelici che i Vangeli non raccontano (2018), “Chi è Paolo” (2019). Ne “Il canto del giovane Levita” (2019) propone l’esegesi del salmo 119, il più lungo dei libri dei Salmi e la più grande raccolta di poesia religiosa, e prende in considerazione i commenti di Padri della Chiesa, tra cui Ambrogio e Agostino, che pongono un raccordo tra Antico e Nuovo testamento.

Nell’ultimo periodo il Cardinale si è dedicato in particolare alla poesia, consuetudine della sua vita, con una scrittura elegante, colta e limpida. L’antecedente diretto dell’ultimo libro è un altro libro di poesia “Frammenti” (2020), che rappresenta anche un percorso autobiografico, come scrive lui stesso: l’opera poetica serve allo stesso autore per esternare sinceramente i sentimenti del proprio vissuto.
Il libro di poesie più recente è “I canti della natura”, pubblicato nel 2021.

Profondo conoscitore dei testi sacri e della cultura classica, nelle note alle poesie l’autore evidenzia le fonti della sua ispirazione e traspone il suo patrimonio culturale in composizioni lievi e intense, dove rivela i suoi sentimenti e la sua visione religiosa della natura e della vita. Nella produzione poetica il Cardinale esprime la sua meraviglia per l’ignoto, il suo stupore per la realtà del mondo, multiforme e sempre nuova. La sua è una poesia libera da canoni, in versi liberi, che si articolano nella dimensione del poemetto a rappresentare l’incanto del cuore.

locandina presentazione libro cardinale vinchio