Quantcast

Rinnovato il direttivo dell’Associazione Penelope Piemonte

Venerdì scorso, la sera del 16 luglio, si sono svolte a Torino le elezioni per il nuovo direttivo di Penelope Piemonte – Associazione delle Famiglie e degli Amici delle Persone Scomparse. Fanno
parte del direttivo sia nuove che vecchie conoscenze.

Ricordiamo per primo Francesco Farinella, padre di Federica – la modella astigiana scomparsa nel 2001 e i cui resti sono stati recentemente ritrovati nell’ottobre dello scorso anno a Chiusano, nell’Astigiano – che oltre a essere stato presente nell’Associazione fin dal 2011 ne è stato anche Presidente per tre mandati consecutivi dal 2012. Al momento, Francesco ha deciso di ritirarsi dal suo ruolo storico per ricoprire invece le cariche riconosciute dalle votazioni di Vicepresidente e Rappresentante a Roma durante le assemblee di Penelope Italia, l’Associazione nazionale a cui Penelope Piemonte fa riferimento come le altre Regioni in cui questa realtà è ben radicata.

Il ruolo di Presidente è stato invece assegnato al Dottor Fabrizio Pace, Psicologo e Psicoterapeuta astigiano che, grazie alle sue competenze come Criminologo, Antropologo Forense e Specialista per le indagini scientifiche, si è occupato negli anni di importanti casi di persone scomparse. Tra questi ricordiamo in particolare il caso Ceste, di cui ha rinvenuto i resti, e le più recenti operazioni da lui coordinate per le ricerche della stessa Federica Farinella, Davide Barbieri, Andrea Liponi, rispettivamente per Penelope Piemonte, Penelope Lazio e Penelope Trentino-Alto Adige.
Al direttivo si aggiunge l’avvocato civilista Paola Zuppardo con il ruolo di Rappresentante a Roma, la quale fornisce attivamente sostegno alla causa tramite soprattutto l’azione di supporto durante le ricerche per le persone scomparse, in particolare quelle già citate che si sono svolte negli ultimi mesi.

Fondamentali sono anche Paola Paolucci, la cui madre risulta scomparsa da ben 26 anni e che, attraverso Penelope, fin dagli inizi si è voluta impegnare per sostenere tutte quelle famiglie che
condividevano la sua difficile esperienza, e l’avvocato penalista Benedetta Donzella che fin dalla fondazione di Penelope ha sempre dato il suo significativo contributo costituendosi parte civile per Penelope Piemonte in numerosi casi di persone scomparse, come quello della scomparsa Bruna Valenti, nel luglio del 2006 e il caso di scomparsa di Andrea Ingenito, nel 2008. Per conto
dell’associazione, si è costituita parte civile anche nel caso dell’omicidio di Elena Ceste. Si occupa di numerosi procedimenti rimasti ancora in sospeso: uno su tutti, la scomparsa di Giorgio Oliva nel 2013.

Il nuovo direttivo presenta infine, rispettivamente con il ruolo di Segretario e di Tesoriere, le Dottoresse in Psicologia Criminologica e Forense Virginia Canzani e Costanza Crociani, che, sebbene siano solo recentemente entrate a fare parte di Penelope Piemonte, hanno già dato il loro contributo partecipando alle ricerche per Federica e Andrea, sotto la coordinazione del Dottor Pace.
E proprio il neo Presidente afferma: “Sono onorato di presiedere un’associazione così importante che riesce a dar voce a tutte quelle persone che si sono “smarrite” nei meandri della vita e che noi abbiamo il doveroso compito di ricondurre a casa. Ringrazio tutto il gruppo per aver riposto in me la stima e la fiducia dimostrata. Spero vivamente di essere all’altezza di tale compito per proseguire in questa grande missione”.

Il nuovo gruppo insediato ritiene fondamentale, prima di partire con le nuove proposte, ringraziare due pilastri del precedente direttivo che hanno profuso grande impegno nel ricoprire il ruolo di
tesoriere e segretario: Annamaria Dalla Bontà e Gian Ferdinando Mantoan si sono spesi con dedizione e cura per portare avanti i progetti di Penelope, sostenendo l’associazione ad ogni passo, in tutti questi anni.

La speranza per questo nuovo Direttivo è dunque quella di coniugare la dinamicità dei nuovi membri con l’esperienza di chi ne fa parte già da molti anni, così da dare nuova vita all’Associazione tramite progetti, iniziative e operazioni che possano meglio servire la causa sia di ricerca delle persone scomparse che di sostegno ai loro cari.

 

Presenti nella foto: da sx Benedetta Donzella, Fabrizio Pace, Francesco Farinella, Costanza Crociani, Paola Paolucci, Virginia Canzani, in basso Paola Zuppardo.