Quantcast

Le Rubriche di ATNews - Degustando la bellezza

Montalbera 360° Experience, a tu per tu con il Ruchè nel segno delle emozioni

Sorseggiare il Ruchè, il Principe del Monferrato, con lo sguardo che si perde nella bellezza dell’anfiteatro dei vigneti di Montalbera, immersi nella lussuosa comodità delle Wine Suites o con l’abbraccio dell’acqua della piscina a sfioro con vista mozzafiato… Non è sogno ma è la realtà che si può vivere con la Montalbera 360° Experience, nuovo concept di ospitalità che punta sul Luxury Wine Tourism.

Ve l’abbiamo raccontata quando l’idea stava prendendo forma, una forma che è stata plasmata secondo quello che era il sogno di Franco Morando, grazie alla collaborazione con l’archistyle Beppe Chiodin, ed ha preso vita nel segno di un’accoglienza del mondo del vino senza pari.

Siamo a Montalbera, a Castagnole Monferrato, nella casa del Ruché più bevuto al mondo.

Montalbera wine

Un Ruchè che vi aspetta come benvenuto delle suites e i cui sentori raccontano la storia di un lavoro in cui meticolosità, pazienza, voglia di andare controcorrente, hanno dato splendidi frutti, in un rapporto di stretta reciprocità, come testimoniano le parole di Franco Morando, anima di Montalbera: “Il Ruchè mi insegna che vivere è come vincere controvento, è tutto un gioco d’ equilibrio verso l’eccellenza.

Un Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG che si può gustare tra “I Classici”, con la versione – La Tradizione – “Le Selezioni” con le versioni Limpronta e Laccento, quest’ultima vero e proprio fiore all’occhiello della qualità Montalbera.

È stato proprio Laccento a lanciare la notorietà del brand Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG, il pluripremiato vino che nasce da una scelta ben precisa. Scelte che vengono raccontate con passione durante le visite in Cantina scoprendo quello che non si può vedere in una bottiglia, ma che, con la giusta consapevolezza, fa prendere vita all’anima di quello che non è solo vino, ma poesia.

Montalbera wine

E quando, nella fresca bellezza delle Cantine Sotterranee di Montalbera, una barricaia di quasi 400 “legni” rimodernata nel rispetto della tradizione ma guardando al futuro con grande eleganza, si incontra la nicchia con la storia del Ruchè di Montalbera, ecco che la consapevolezza giunge e diventa chiaro come da queste cantine Franco Morando sia riuscito a conquistare il mondo del vino, quello che veramente rappresenta.

Ecco che il racconto della genesi de Laccento rapisce e colpisce: si tratta di un vino che nasce da un 80% di vendemmia in maturazione ottimale e dal 20% di vendemmia in sovramaturazione direttamente nelle vigne sulle zone apicali delle due colline, con maturazioni più importanti e precoci. Queste vigne vengono lasciate per ultime nella vendemmia perché hanno uno stato fitosanitario ottimale che permette di ritardarne la raccolta.

Un vino che va oltre quello che c’è nel bicchiere, nella filosofia di Franco Morando: “Laccento. Il Ruchè per me è tutta questione di schiettezza e rapidità di pensiero, di saper agire sotto sforzo e scegliere ed anche un sesto senso che nasce dalla giusta danza degli altri sensi tra di loro: vista, olfatto, gusto!

Si! Anche il gusto: gusto del saper vivere e dell’assaggiare al momento opportuno e cercare di chiudere l’eccellenza in bottiglia, al momento giusto. Questo è il vivere vincendo sulla qualità del Ruchè.

Il Ruchè Laccento è vino, è etichetta ed è metodologia scientifica condivisa tra produttore ed enologo ed è diventato il Ruchè più bevuto nel mondo, il più rappresentativo.”

Eccellenza pluripremiata, che dà lustro a tutto il Monferrato: ricordiamo che Laccento è stato eletto “Miglior Vino in Assoluto” nell’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2021 di Luca Maroni con 99 punti, definito “Un vino Unico” dal miglior sommelier al Mondo AIS  Luca Gardini,  e ancora, il Ruchè di Montalbera ha ricevuto il riconoscimento dei Tre Bicchieri nella guida Gambero Rosso 2021.

Oltre Laccento, Montalbera non rinuncia ai grandi Classici, come La Tradizione, Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG che segue la tradizionale – appunto – vinificazione in rosso, con maturazione in vasche d’acciaio e successivamente in bottiglia, o a proposte da “Le Selezioni” come Limpronta, Ruchè di Castagnole Monferrato DOCG composto al 90% di vitigno Ruchè e al 10% Barbera.

Tutto questo ora si può assaporare “Degustando la Bellezza” a Montalbera, per un nuovo modo di vivere l’esperienza a tu per tu con il vino, declinata nel segno delle emozioni.

Montalbera wine