Quantcast

Crisi ex embraco: confermato l’iter della proroga della cig per i 391 lavoratori di Riva di Chieri

L’assessore Elena Chiorino e i sindacati scrivono al ministro Giorgetti per una richiesta di convocazione al MISE.

La vertenza della Ex Embraco si aggiorna a settembre. Il quinto tavolo settimanale di crisi, organizzato questo pomeriggio dall’assessore al lavoro Elena Chiorino in via Magenta, si è concluso con la conferma dell’iter procedurale legato alla proroga della cassa integrazione ed il rinnovo della disponibilità da parte della Regione, già confermato nella seduta della scorsa settimana, di anticipare i tempi di accredito della cassa sui conti correnti dei lavoratori grazie al protocollo siglato con le banche Sella ed Intesa Sanpaolo.

Adotteremo ogni strumento a nostra disposizione per venire incontro ai lavoratori; bene la proroga della cassa, se funzionale ad una progettualità concreta perché questi sei mesi di proroga non devono tradursi in puro assistenzialismo – ha commentato l’assessore Chiorino il crono programma che ci siamo prefissati consiste in un aggiornamento del tavolo di crisi ai primi giorni di settembre. In quella sede faremo il punto della situazione con le parti coinvolte per capire se vi sono stati aggiornamenti e chiederemo nuovamente al Consiglio Regionale di poter organizzare un’assemblea aperta nella settimana successiva. Ritengo sia fondamentale non mollare la presa ed adottare un fronte comune per far sentire la nostra voce e quella delle 391 famiglie piemontesi a Roma. Ho ribadito la mia convinzione che il progetto Italcomp continui ad essere una concreta possibilità di reindustrializzazione e chiediamo al Mise di conoscere quali siano le alternative alle quali ha dichiarato di lavorare per capire, di conseguenza, quali strumenti potremo attivare anche sul piano della formazione”.

L’incontro si è concluso con la sottoscrizione di una lettera condivisa con i sindacati e rivolta al Ministro Giorgetti con la richiesta di una convocazione in presenza al Ministero.

E’ inaccettabile che dopo mesi si parli ancora di ritardi nei pagamenti per i dipendenti delle imprese artigiane – lo dichiara in una nota l’assessore al lavoro Elena Chiorino – è da aprile che questa categoria di lavoratori attende fiduciosa l’accredito del pagamento della cassa dall’unico soggetto autorizzato, ovvero il Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo. Conosciamo purtroppo i tempi morti della burocrazia romana, ma qui chi rischia di morire sono, ancora una volta, i lavoratori delle imprese artigiane. Mi auguro che i tempi di accredito in questi giorni siano celeri visto che risulta siano stati accreditati la scorsa settimana, 76 milioni per il DL 178 e nei prossimi giorni ne siano previsti altri 130 milioni per il DL 41, tutti destinati al Fondo Nazionale che a sua volta trasferirà i relativi importi agli Enti Bilaterali Regionali”. L’assessore Chiorino conferma che anche per i lavoratori in questione è attivo un protocollo tra Regione e banche Intesa Sanpaolo e Sella per l’anticipo degli accrediti spettanti.“Un servizio che mettiamo a disposizione per venire incontro ai lavoratori, pur consapevoli che servono dei cambiamenti radicali ad un sistema di pagamento inammissibile esclusivamente a discapito dei lavoratori”.